20.4 C
Verona
28 Settembre 2022
Cronaca In evidenza ultimaora

Quinto di Valpantena, un operaio morto nell’esplosione e incendio del colorificio Casati

È stato trovato cadavere dai vigili del fuoco l’operaio che risultava disperso all’interno delc colorificio Casati a Quinto di Valpantena. Le fiamme si sono propagate dopo un’esplosione, oggi poco dopo le 16, all’interno di una fabbrica di vernici. Dall’azienda si sono subito alzate dense nubi di fumo nero ed immediatamente sono scattati i soccorsi con l’arrivo sul posto dei vigili del fuoco e degli operatori del 118 assieme a carabinieri e tecnici dell’Arpav. Questi ultimi hanno disposto, con un’ordinanza poi firmata dal sindaco, la chiusura delle finestre in tutte le abitazioni per un raggio di un chilometro.

«Ancora una vittima sul lavoro. Ancora in Veneto dove proprio ieri c’è stata la manifestazione dei sindacati per sensibilizzare le istituzioni locali su un tema che è tornato con prepotenza all’attenzione pubblica – è intervenuto l’onorevole Diego Zardini del Pd -. Ogni giorno in Italia ci sono fino a due o tre incidenti mortali sul lavoro. Voglio esprimere la mia vicinanza e il mio cordoglio ai parenti e ai colleghi della persona morta oggi nell’incidente al colorificio di Quinto Veronese. Desidero però sollecitare le istituzioni locali, in particolare la Regione Veneto, a dotarsi di tutti gli strumenti per prevenire e contrastare gli infortuni sul posto di lavoro. Le statistiche, purtroppo, ci dicono che non si sta facendo abbastanza».

Condividi con:

Articoli Correlati

Associazioni, i 50 anni dei “Veronesi nel mondo” e la “Giornata dei veneti nel Mondo”

massimo

Bardolino, il paese del Garda diventa sempre più verde: 120 mila euro per parchi e nuovi alberi

massimo

Legnago, consegnato all’istituto Medici il libro sul sacrificio del generale Dalla Chiesa

massimo

Occupazione, le farmacie Veronesi cercano oltre 30 laureati da assumere

massimo

Isola della Scala, alla Fiera del Riso anche l’Iran nel salone internazionale “Taste of Earth”

massimo

Verona, convegno su “Violenza e potere nel linguaggio pubblico” in Università

massimo