17.4 C
Verona
22 Maggio 2024
Basso Veronese In evidenza Sport Sport ultimaora

Rally, il legnaghese Paolo Strabello torna nel Mondiale al Central European Rally 2023

Dopo il podio RC4 ottenuto al Rally RACC-Catalunya Costa Daurada 2022, il gentleman driver di Legnago torna nella massima serie per affrontare la prima edizione dell’evento che si disputerà tra Austria, Germania e Repubblica Ceca. Paolo Strabello il prossimo weekend affronterà la prima edizione del Central European Rally 2023, penultimo round del FIA World Rally Championship 2023 ed unico evento nella storia del campionato a disputarsi su più nazioni: Austria, Germania e Repubblica Ceca.
Strabello, appassionato da sempre e pilota dal 1984 quando affrontò il Rally Due Valli per la prima volta al volante di una Renault 5 Alpine, papà di Stefano, oggi impegnato nel Campionato italiano Rally, tornerà a disputare una gara del Mondiale dopo l’esordio 2022 al Rally RACC-Catalunya Costa Daurada che concluse con un inaspettato quanto meritato terzo posto tra le vetture RC4.
Per questa occasione, Strabello siederà nuovamente dietro al volante della Peugeot 208 Rally4 gestita da Baldon Rally, per i colori della Scuderia Destra 4, navigato da Davide Bianchi con il quale ha condiviso gran parte della propria esperienza da pilota negli ultimi cinque anni.
Data la sua logistica completamente inedita, il Central European Rally avrà un programma piuttosto particolare. Lo shakedown si svolgerà mercoledì a Tittling, in Germania, mentre la partenza sarà giovedì alle 13 da Praga. Il parco assistenza sarà a Passau (GER) mentre le 8 prove speciali della prima e della seconda tappa tutte in Repubblica Ceca. Il rally si sposterà quindi tra Germania ed Austria per le ultime due giornate, sabato e domenica, con arrivo nuovamente a Passau dopo 18 prove speciali ed oltre 300 chilometri cronometrati.
«Sono entusiasta di poter partecipare a questa prima edizione del Central European Rally una gara di grandissimo fascino – ha commentato Strabello che in queste ore sta svolgendo le ricognizioni sul percorso -. Si tratta di un rally inedito per tutti, anche per i migliori piloti del mondo, e per questo non vedo l’ora di conoscerlo ed affrontarlo. Per quello che abbiamo potuto vedere fino ad ora le prove sono velocissime, quindi servirà grande concentrazione e precisione nelle note. Il nostro obiettivo sarà principalmente quello di divertirsi e cercare di arrivare al traguardo, meglio se con un buon risultato di classe».
Strabello e Bianchi saranno uno dei quattro equipaggi completamente italiani al via.

Condividi con:

Articoli Correlati

Polato (FdI): «L’Europa sia unita contro l’eccessiva capacità cinese. Rischio da Pechino di dazi al vino europeo»

massimo

Verona, incontro sull’Autonomia differenziata con Paolo Borchia e il ministro Calderoli

massimo

San Bonifacio, alzato il ponte della Motta per far passare l’Alpone in piena

massimo

Maltempo, Soave conta i danni con oltre 170 abitazioni allagate fino al piano terra, una cantina devastata e 11 frane

massimo

San Pietro di Morubio, un morto nel ribaltamento di un’auto

massimo

San Bonifacio e Soave, attenti a finti tecnici di Acque Veronesi

massimo