19.4 C
Verona
16 Ottobre 2021
In evidenza Sport ultimaora

Rally, il legnaghese Strabello punta al Triplete sulle strade del Due Valli

Un Rally Due Valli particolarmente significativo per Stefano Strabello, già vincitore della Coppa Rally ACI Sport di zona tre in classe R2C allo scorso San Martino di Castrozza, Il pilota di Legnago tornerà a correre sulle strade di casa il prossimo fine settimana di venerdì 8 e sabato 9 ottobre, con un Due Valli nell’intento di cancellare lo sfortunato ritiro della passata stagione, alla guida della consueta Peugeot 208 Rally 4 di Baldon Rally.

Affiancato da Ivan Gasparotto il portacolori di Destra 4 Squadra Corse sarà della partita con il mirino ben puntato su altri due bersagli 2021: R Italian Trophy e Michelin Zone Rally Cup. Nella serie ideata da Guglielmo Giacomello il portacolori della scuderia trentina figura attualmente al primo posto ma non potrà vivere di rendita in quanto il margine, di poco meno di diciotto lunghezze, non gli consentirà di affrontare l’appuntamento scaligero di conserva. Cinque soltanto i punti che lo separano, nel trofeo della casa francese di pneumatici, dalla testa della classifica, mantenuta attualmente da Salgaro, con il sorpasso alla propria portata.

«Arriviamo alla gara di casa – racconta Strabello – come vincitori della Coppa Rally ACI Sport di terza zona, tra le R2C, con una gara di anticipo. Sarebbe stato bello poter correre con la mente libera a Verona, senza nessuna pressione di campionato, ma se è vero che ci siamo già garantiti l’accesso alla finale di Modena, non possiamo lasciare per strada due belle occasioni di fare tripletta. Siamo attualmente primi in R Italian Trophy, con un buon margine, ed abbiamo la possibilità di agganciare anche la testa della Michelin Zone Rally Cup. Se ci riuscissimo sarebbe il modo migliore per concludere in bellezza un anno stupendo».

Dopo un avvio di rodaggio, nelle prime due uscite stagionali sulla trazione anteriore transalpina, Strabello ha iniziato ad inanellare podi a ripetizione, macchiando il proprio ruolino di marcia solo a causa della sfortuna patita al Marca mentre era in piena lotta per un altro risultato prestigioso. Consapevole del proprio potenziale il legnaghese sarà chiamato ad affrontare le sei prove speciali previste per l’evento CRZ, affiancato a quello valevole per il Campionato Italiano Rally. Due passaggi, in sequenza, sui tratti cronometrati di “Cà del Diaolo” (5,16 km), “San Francesco” (12,80 km) e “Orsara” (12,86 km) saranno il piatto principale di sabato 9 ottobre. Il tutto reso magico dal ritorno del Due Valli nella splendida cornice di Piazza Bra, a Verona.

Condividi con:

Articoli Correlati

Lotta al Covid, in farmacia oltre 4000 tamponi al giorno. Vecchioni: «Aumentata la richiesta, ma non ci sono assembramenti»

massimo

Sorgà, aperti i cantieri del cavalcaferrovia sulla provinciale per Bonferraro

massimo

Cerea, torna dopo due anni rinnovata la festa “Gusato de’ l’Anara” ad Asparetto

massimo

Colognola ai Colli, da lunedì sospesa la circolazione sulla provinciale 37

massimo

Trasporti, la Cgil sui problemi di Atv per l’obbligo Green Pass: «Una scusa per non pagare straordinari»

massimo

Verona, tre feriti di cui uno grave nello scontro tra un’auto ed un Tir

massimo