30.5 C
Verona
10 Agosto 2022
In evidenza Politica Politica ultimaora Verona provincia

Regionali, la barca dei Popolari fa rotta verso il faro di Tosi

tosi-conf03

La “barca dei Popolari” ha trovato in Flavio Tosi il “faro” per cercare di approdare al porto di Venezia. La Costituente Civica Popolare promossa da Domenico Menorello si è riunita ieri mattina a Padova per presentare un manifesto programmatico di 15 punti in vista delle regionali del Veneto, frutto di sei mesi incontri e seminari a cui hanno partecipato ben 15 diverse associazioni. Un’eredità che verrà messa nelle mani di Tosi, che oggi annuncerà la sua candidatura alle regionali. Il sindaco di Verona è sempre stato l’unico interlocutore dei Popolari, già dai tempi della trattativa per la costituzione della famosa Lista Tosi che inizialmente avrebbe dovuto appoggiare il governatore uscente Luca Zaia (che peraltro non ha mai risposto alle lettere di Menorello). La vicenda in casa Lega è poi degenerata fino al gesto più estremo, ossia l’espulsione del sindaco di Verona dopo 25 anni di militanza per mano di Matteo Salvini. E ora che Tosi è pronto alla corsa solitaria, i Popolari sanno già da che parte stare, tanto che alcuni di loro erano oggi all’Auditorium in Fiera a Verona per il lancio della campagna elettorale. Presente ieri in conferenza stampa anche il consigliere regionale Francesco Piccolo, che con gli ex leghisti Baggio e Toscani ha formato in Regione il gruppo “Impegno Veneto”, embrione della futura lista civica tosiana. (Mi.Buo.)

Condividi con:

Articoli Correlati

Contaminazione da Pfas, Cristina Guarda (EV): «Negli Usa sempre più pressioni per uno screening esteso»  

massimo

Aipo, fase di ispessimento delle olive

massimo

Finanza, “Banche Venete Riunite” chiude la semestrale con l’utile a 5,1 milioni. Iselle nuovo direttore generale

massimo

Politiche 2022, ““+Europa Verona”: «Calenda non rispetta i patti, per questo abbiamo rotto con lui»

massimo

S. Bonifacio, ventenne segregata per giorni in un capannone abbandonato: fugge e fa arrestare l’aguzzino

massimo

Trasporti, l’europarlamentare veronese Borchia (Lega) attacca sulle nuove restrizioni al traffico al Brennero

massimo