29.4 C
Verona
16 Agosto 2022
Basso Veronese Economia Economia In evidenza ultimaora

Riconoscimenti, targa della Regione a Giordano Riello: «Protagonista del riscatto del Veneto»

“All’ingegner Giordano Riello, capitano d’impresa, grande protagonista del riscatto e della trasformazione del Veneto da società rurale a realtà industriale avanzata, da terra di povertà ed emigrazione a regione all’avanguardia in Europa e nel mondo”. Recita così la targa consegnata ieri, lunedì 28 giugno all’ingegner Giordano Riello da parte della vice presidente e assessore alle infrastrutture della Regione Veneto, Elisa De Berti. Un riconoscimento speciale del consiglio regionale all’imprenditore legnaghese, fondatore di Aermec, multinazionale della climatizzazione e primogenita del Gruppo Industriale “Giordano Riello International”, oggi presieduto da Riello e che conta otto realtà industriali e sei società commerciali nel mondo .

«Uomini come Giordano Riello sono stati quelli che hanno saputo fare grande il nostro Paese e la nostra Regione, iniziando una difficilissima ricostruzione subito dopo il secondo conflitto mondiale – ha sottolineato la vice presidente De Berti – . E le imprese che ha fondato e sviluppato hanno avuto non solo un valore economico, favorendo una redistribuzione diffusa della ricchezza, ma anche un alto valore sociale».

«Ringrazio la vice presidente De Berti e l’intero consiglio regionale per questo riconoscimento. Noi vogliamo rimanere un’azienda italiana con una famiglia italiana al suo interno – ha detto Giordano Riello -. E riteniamo che tutti quelli che cedono le armi, trasferendo la gestione delle loro imprese a grandi gruppi internazionali, concorrono a mettere in liquidazione il sistema industriale italiano, privando le prossime generazioni di certezze e di futuro».

«Questa preoccupazione mi ha spinto a creare un Centro Ricerche per capire le esigenze del mondo che cambia e per dare ai progettisti di impianto le informazioni necessarie per sapere che cosa e per chi progettare. Questo Centro è il risultato di tante mie personali esperienze che hanno formato un mosaico che rappresenta il frutto di tanti anni di lavoro. Se le tessere di questo mosaico sono rimaste unite e compatte lo devo anche alla cornice che lo ha sostenuto, cornice che per me è rappresentata da mia moglie Gabriella senza la quale non avrei probabilmente realizzato tutto questo – ha concluso Riello -. Gli imprenditori come me, quelli che svolgono il proprio lavoro con gioia e passione, non possono dimenticare il debito di riconoscenza nei confronti di quella terra e di quelle persone che hanno dato loro la possibilità di nascere, crescere e raggiungere traguardi di successo. Per questo il mio Gruppo, oltre a sentirsi profondamente veneto e italiano, resta fortemente radicato nel territorio e legato alla sua gente».

Fosca Falamischia, sindaco di Bevilacqua, sede dell’Aermec, ha sottolinea quanto «Giordano Riello, legnaghese, sia profondamente attaccato al territorio di Bevilacqua, comune di cui è cittadino onorario. L’amministrazione e tutta la cittadinanza sono grati a lui e alla sua famiglia per quanto, nel corso degli anni, hanno fatto per la popolazione e per il territorio portando i prodotti italiani di questo piccolo paese in tutto il mondo».

Condividi con:

Articoli Correlati

Soave, serata di poesia al parco Zanella

massimo

Roverchiara, distrutta dalle fiamme parte della “Cereal Docks Organic”

massimo

Politiche 2022, il Pd candida come capolista alla Camera l’uscente Alessia Rotta

massimo

Politiche 2022, oggi le “Parlamentarie” 5 Stelle sui candidati: esclusa la veronese Businarolo

massimo

Verona, al “Mura Festival” appuntamento con le degustazioni di Slow Food

massimo

Ciclismo, Biondani (Autozai Petrucci Contri) quarto a Ceneda di Vittorio Veneto

massimo