10.7 C
Verona
18 Maggio 2021
Basso Veronese Economia Economia In evidenza ultimaora

Rilancio del Mobile d’Arte: Banca Veronese a sostegno del Consorzio Lignum

L’istituto di credito cooperativo Banca Veronese di Concamarise ha firmato con il Consorzio di tutela del mobile di Verona “Lignum” un’importante convenzione triennale (2021-2023) che prevede la collaborazione per promuovere il rilancio della cultura del legno e la filiera territoriale del mobile d’arte in Italia e all’estero. L’obiettivo è rilanciare il settore dell’arredamento, tutelando le tradizioni del territorio della Pianura Veronese attraverso una promozione forte e concreta.

Da una parte, quindi, Banca Veronese, la maggiore Bcc della provincia di Verona, con 127 dipendenti e 3700 soci, realtà da sempre attenta alle esigenze della comunità ed in particolare del settore del mobile d’arte, veicolo incontrastato dello sviluppo socio-economico della pianura veronese, come spiega il presidente della Bcc, Gianfranco Tognetti: «Per noi il territorio non è solo un concetto geografico ma una realtà sociale, umana e culturale. Nel corso degli anni l’istituto di Concamarise ha contribuito, erogando numerosi contributi, alla realizzazione di svariati progetti, garantendo a molte piccole e medie realtà locali legate al mondo della cultura, della tradizione, delle sport e del sociale di continuare a vivere e programmare attività per lo sviluppo della Comunità».

Dall’altra parte Lignum, l’ente di governance del Distretto del mobile di Verona, Padova e Rovigo, riconosciuto dalla Regione, che raccoglie una cinquantina tra le aziende più rappresentative di queste provincie e rappresenta una filiera di ben 1207 realtà produttive con 6700 addetti occupati, alle quali offre costantemente attività promozionali e formative, rivalutando le capacità manuali di tanti bravi artigiani.

Grazie a questa sinergia Lignum potrà accrescere il proprio intervento a favore di tutte le aziende del territorio, puntando ad importanti progetti per il 2021-2023 come la creazione di un programma di formazione o master sul mondo del mobile, la promozione di progetti di comunicazione internazionale e la promozione di percorsi di sensibilizzazione all’acquisto di arredo a Km0.

Entrambe le parti si impegneranno a promuoversi vicendevolmente e Banca Veronese sosterrà le attività istituzionali del Consorzio di tutela del Mobile di Verona Lignum con un contributo adeguato. La convenzione è stata firmata lunedì 18 gennaio nella sede amministrativa di Banca Veronese, a Bovolone, alla presenza del presidente Tognetti, del direttore generale Martino Fraccaro e del direttore commerciale Paolo Poli, mentre per Lignum erano presenti il presidente Paolo Piubelli ed il vicepresidente Alessandro Tosato.

«Lignum è un progetto concreto, l’unico riconosciuto dalla Regione Veneto e apprezzato fuori dai confini regionali e nazionali. Quello di cui abbiamo bisogno per il rilancio del settore del legno/arredo è avere interlocutori che ci aiutino a creare un sistema di sinergie che metta davanti ad ogni altro valore, lo sviluppo del nostro territorio. Il board di Banca Veronese ha dimostrato con i fatti di condividere questa mission e di volersi impegnare concretamente al nostro fianco», ha dichiarato il Presidente di Lignum Paolo Piubelli

Condividi con:

Articoli Correlati

Lazise, arrestati dalla Squadra Mobile di Verona con 5,5 chili di cocaina nel vano motore dell’auto

massimo

Verona, arrestati con 170 grammi di eroina: erano già ai domiciliari

massimo

Legnago, il Comune sigla un accordo con “Plastic Free” per la tutela dell’ambiente

massimo

Isola della Scala, è il cugino del calciatore Meggiorini la vittima dell’incidente di sabato a Lazise

massimo

Ciclismo, Lonardi dell’ Autozai Petrucci Contri secondo a Sacile

massimo

Lazise, si ribaltano con l’auto: un morto e un ferito grave

massimo