29.3 C
Verona
13 Agosto 2022
Cronaca Cronaca Est Veronese In evidenza ultimaora

S. Bonifacio, causano incidenti sotto l’effetto dell’alcool e scappano: tre denunciati La Compagnia Carabinieri di San Bonifacio, nell’ambito di servizi disposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Verona, sta svolgendo con le Pattuglie del Nucleo Operativo e Radiomobile e delle Stazioni territorialmente competenti, specifici servizi di controllo del territorio rivolti a contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti, dei reati predatori nonché il pericolosissimo fenomeno della guida sotto l’effetto di alcool e stupefacenti, che spesso causa sinistri stradali anche molto gravi, a tutela quindi dell’incolumità degli utenti della strada. Lo scorso mercoledì, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno deferito in stato di libertà un cittadino originario del Brasile, residente a San Bonifacio, che dopo aver causato un sinistro stradale con feriti, abbandonava il proprio veicolo e si dava alla fuga; immediatamente rintracciato e sottoposto ad accertamento alcolimetrico, veniva trovato con un tasso alcolemico pari a 2,10 g/l: scattava quindi la denuncia penale, per “omissione di soccorso a seguito di sinistro stradale con feriti” e “guida in stato di ebrezza”, oltre il ritiro della patente, per la successiva sospensione. Il giorno seguente veniva denunciato in stato di libertà un italiano, anche lui residente a San Bonifacio, che dopo aver impattato, violentemente, con il proprio mezzo agricolo contro un veicolo in transito, ferendone il conducente, si allontanava senza prestare soccorso al ferito, con la speranza di “farla franca”. Anche quest’ultimo veniva identificato e denunciato per il reato di omissione di soccorso e lesioni personali colpose. Nella tarda serata di ieri sempre a San Bonifacio, i Carabinieri hanno denunciato in stato di libertà un altro soggetto nord africano alla guida della sua autovettura, trovato con un tasso alcolemico pari a 1,70 g/l; veniva quindi ritirata la patente di guida, per la sospensione, mentre l’autovettura veniva sottoposta a sequestro ai fini della successiva confisca. Il bilancio, al termine dell’attività di controllo svolta nell’ultima settimana, ha visto identificate oltre 800 persone e controllati 600 veicoli, ed eseguiti, nei casi sospetti, accurati accertamenti finalizzati alla ricerca di droga e refurtiva, allestendo posti di controllo lungo le principali vie di comunicazione. Scatta anche una denuncia di un nord africano per il rifiuto di sottoporsi all’esame alcolimetrico, con conseguente sospensione della patente; la denuncia in stato di libertà di un italiano per furto e di un altro per detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio, nonchè la segnalazione alla Prefettura di Verona di 4 soggetti, trovati in possesso di sostanza stupefacente per uso personale.

La Compagnia Carabinieri di San Bonifacio, nell’ambito di servizi disposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Verona, sta svolgendo con le Pattuglie del Nucleo Operativo e Radiomobile e delle Stazioni territorialmente competenti, specifici servizi di controllo del territorio rivolti a contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti, dei reati predatori nonché il pericolosissimo fenomeno della guida sotto l’effetto di alcool e stupefacenti, che spesso causa sinistri stradali anche molto gravi, a tutela quindi dell’incolumità degli utenti della strada.

Lo scorso mercoledì, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno deferito in stato di libertà un cittadino originario del Brasile, residente a San Bonifacio, che dopo aver causato un sinistro stradale con feriti, abbandonava il proprio veicolo e si dava alla fuga; immediatamente rintracciato e sottoposto ad accertamento alcolimetrico, veniva trovato con un tasso alcolemico pari a 2,10 g/l: scattava quindi la denuncia penale, per “omissione di soccorso a seguito di sinistro stradale con feriti” e “guida in stato di ebrezza”, oltre il ritiro della patente, per la successiva sospensione.

Il giorno seguente veniva denunciato in stato di libertà un italiano, anche lui residente a San Bonifacio, che dopo aver impattato, violentemente, con il proprio mezzo agricolo contro un veicolo in transito, ferendone il conducente, si allontanava senza prestare soccorso al ferito, con la speranza di “farla franca”. Anche quest’ultimo veniva identificato e denunciato per il reato di omissione di soccorso e lesioni personali colpose.

Nella tarda serata di ieri sempre a San Bonifacio, i Carabinieri hanno denunciato in stato di libertà un altro soggetto nord africano alla guida della sua autovettura, trovato con un tasso alcolemico pari a 1,70 g/l; veniva quindi ritirata la patente di guida, per la sospensione, mentre l’autovettura veniva sottoposta a sequestro ai fini della successiva confisca.

Il bilancio, al termine dell’attività di controllo svolta nell’ultima settimana, ha visto identificate oltre 800 persone e controllati 600 veicoli, ed eseguiti, nei casi sospetti, accurati accertamenti finalizzati alla ricerca di droga e refurtiva, allestendo posti di controllo lungo le principali vie di comunicazione. Scatta anche una denuncia di un nord africano per il rifiuto di sottoporsi all’esame alcolimetrico, con conseguente sospensione della patente; la denuncia in stato di libertà di un italiano per furto e di un altro per detenzione di sostanza stupefacente ai fini dello spaccio, nonchè la segnalazione alla Prefettura di Verona di 4 soggetti, trovati in possesso di sostanza stupefacente per uso personale.

 

Condividi con:

Articoli Correlati

Olivicoltura, video dell’Aipo: olive entrate nella fase di inolizione

massimo

Sanità, la Cgil denuncia: «La diagnostica biologica del Centro trasfusionale di Bussolengo spostata a Borgo Roma»

massimo

Verona, al “Mura Festival” il reggae dei “Niu Tennici in Roots of San Bernardin”

massimo

Zaia ricorda Augusto Salvadori: «Un veneziano innamorato fino in fondo della sua città»

massimo

San Giovanni Ilarione, arrestato il 61enne: era tornato a casa pistola in pugno

massimo

San Giovanni Ilarione, il pensionato che ha sparato all’ex moglie senza colpirla è in fuga armato

massimo