24.2 C
Verona
18 Agosto 2022
Cronaca In evidenza ultimaora

S.Giovanni Lupatoto, l’acquedotto si collega a quello di Verona

Si chiamano interconnessioni di rete e sono interventi di tipo preventivo necessari per garantire la fornitura idrica nei casi di emergenza, come il cedimento improvviso di un pozzo o un periodo di prolungata siccità. È questo il motivo dei lavori iniziati stamattina nel comune di S. Giovanni Lupatoto, in via Cesare Battisti, nel tratto tra via Cà Nova Zampieri e via Monte Amiata, dove a completamento di un progetto partito l’anno scorso verrà creata una nuova interconnessione della rete acquedotto con Verona.

«Sono interventi che abbiamo in programma nel nostro piano degli investimenti e che andiamo a realizzare per migliorare sempre di più l’efficienza del servizio – ha spiegato il presidente di Acque Veronesi Roberto Mantovanelli -. “Il concetto di interconnessione è molto importante perchè risponde a due problematiche fondamentali: la prima è il fatto che Acque Veronesi non ha creato dall’inizio l’attuale sistema acquedottistico che ha in gestione, ma ha ereditato dal 2006 ciò che negli anni precedenti avevano costruito i comuni con ottiche totalmente locali. La seconda che tali opere, realizzate nella maggior parte dei casi tra gli anni 50 e 60, manifestano sempre più spesso problematiche legate all’usura del tempo. Rendere comunicanti i sistemi acquedottistici significa poter compensare carenze o criticità di aree specifiche con flussi d’acqua provenienti dai comuni vicini».

«Garantire e migliorare la qualità dell’acqua rappresenta uno tra i compiti più importanti e delicati di un amministratore locale – ha detto il sindaco di S. Giovanni Lupatoto, Attilio Gastaldello -. Per questo obbiettivo è fondamentale la collaborazione con Acque Veronesi. I lavori che iniziano in questi giorni costituiscono un tassello di grande importanza per assicurare un servizio idrico di qualità e rientra negli investimenti programmati per il nostro Comune. Voglio approfittare per ringraziare il presidente della società per il lavoro che sta svolgendo».

L’intervento rientra in un quadro generale di attenzione e sostegno delle fonti di San Giovanni Lupatoto, che da una parte si concretizzerà creando nuovi collegamenti della rete oltre a quelli già esistenti con i comuni di Buttapietra e Zevio, e dall’altra implementarà l’efficienza dei potabilizzatori; un’ulteriore forma di prevenzione per garantire la continuità del servizio in caso di carenze idriche o di altre criticità. Un cantiere importante ma veloce, che durerà salvo complicazioni solo tre giorni. Per volontà del Comune e del gestore i lavori sono stati infatti programmati durante le feste e nei prossimi giorni di lockdown per ridurre il più possibile i disagi per la viabilità.

Condividi con:

Articoli Correlati

Calcio&Media, Cantina di Soave in Serie A col Monza di Berlusconi

massimo

Sona, a fuoco allevamento di polli: nube di fumo visibile da Verona

massimo

S. Giovanni Lupatoto, 51enne di San Pietro di Morubio si capotta con l’auto in Transpolesana

massimo

Ciclismo, il Team Autozai Petrucci Contri ingaggia Lorenzo Cordioli e Tommaso Zandonà

massimo

Rivoli Veronese, è un 71enne di Trento il ciclista deceduto dopo essere stato investito da un furgone

massimo

Politiche 2022, tra i papabili candidati della Lega anche la ceretana Lara Fadini

massimo