8 C
Verona
3 Marzo 2021
Basso Veronese In evidenza Politica Politica ultimaora

S. Pietro di Morubio, Lara Bissoli nuovo assessore alle attività produttive

Il consigliere Lara Bissoli è il nuovo assessore alle attività produttive di San Pietro di Morubio. Il sindaco Corrado Vincenzi ha emesso il decreto di nomina che riporta a cinque i membri della giunta dopo le dimissioni di Matteo Guerra.

«La nomina ha una duplice valenza – spiega il primo cittadino – riconoscere l’impegno del consigliere Bissoli in questi anni nelle attività per lo sviluppo del paese, ad esempio per il rilancio della Festa delle Carni Bianche, e ristabilire il numero dispari dei membri di giunta, necessario per il corretto funzionamento delle sedute».

Sulla delega alle attività produttive Vincenzi ricorda: «Negli ultimi dieci mesi il Covid ha colpito duro in tutti i comuni, compreso il nostro. Il sistema dei ristori è stato insufficiente a garantire la tenuta di alcune attività storiche. Il consigliere Bissoli ha la giusta esperienza e conoscenza del territorio per proporre e promuovere progetti di sostegno efficaci».

Il sindaco ha poi deciso di mantenere a sé le deleghe affidate, a inizio mandato, a Guerra: Lavori Pubblici, Urbanistica ed Edilizia Privata. «In questi ambiti ci sono progetti importanti in fase di chiusura, come il completamento della ciclopedonale di collegamento con Bonavicina e il rifacimento dell’illuminazione degli impianti sportivi comunali. Opere che garantiranno maggiore sicurezza a tutti noi cittadini. Inerzie e rallentamenti che si sono registrati in tempi passati non sono più ammissibili, per questo ho deciso di occuparmene in prima persona».

Sulla defezione di Guerra conclude: «Si è discusso assieme ogni progetto e ogni proposta. Buona parte di questi si sono tramutati in azioni concrete. L’ex assessore ha votato sempre compatto con la maggioranza in consiglio e in giunta, compresa la fusione con Isola Rizza. Mi è difficile capire le ragioni se non per l’ambizione di correre alle prossime amministrative. Ma, alla luce del periodo di grandi difficoltà causato dal Covid e a pochi mesi dalle elezioni, mi sarei aspettato un comportamento più opportuno e coerente, soprattutto non scaricare su altri responsabilità fino ad oggi condivise e alcune di queste per di più afferenti all’importante assessorato che doveva seguire».

 

Articoli Correlati

Caso Cattolica, il segretario dell’Ivass nell’audizione alla Camera: «Rilevanti irregolarità»

massimo

Sanità, la Uil all’Ulss 9: «Serve un piano del personale per far ripartire le attività pre Covid»

massimo

S. Giovanni Lupatoto, forano il pneumatico di un’auto per fare un furto: due denunciati

massimo

Calcio Serie C, Legnago alla prova salvezza in casa con il Carpi

massimo

Legnago, sulla querelle del Salieri interviene Longhi: «Il consulente è una richiesta prevista dallo statuto»

massimo

Verona, spettacolo in diretta streaming dal Camploy per la Festa della Donna

massimo