22.1 C
Verona
18 Agosto 2022
In evidenza Sport ultimaora

Sabato al derby Verona-Chievo il progetto benefico “Save Moras”

Moras

Sabato 20 febbraio, alle 18 allo Stadio Bentegodi, in occasione del derby tra Hellas Verona e Chievo, l’iniziativa “Save Moras”, promossa dall’omonima Fondazione per sensibilizzare la cittadinanza sull’importanza della donazione del midollo osseo e del sostegno alle persone colpite da leucemia. “Save Moras” è stata fondata dal calciatore dell’Hellas Vangelis Moras in memoria del fratello Dimitri, scomparso nel 2015 a causa della leucemia.
Durante la partita, entrambe le formazioni esibiranno sulle proprie divise da gioco una patch con il logo dell’associazione “Save Moras”; tutte le maglie utilizzate dai giocatori durante la gara saranno successivamente messe all’asta e il ricavato sarà interamente devoluto alla Fondazione.
Nell’intervallo tra il 1° e il 2° tempo, i ragazzi del progetto CSI- La Grande Sfida giocheranno in un mini derby indossando le maglie dei calciatori professionisti.
L’iniziativa, vagliata e approvata dalla Lega Serie A, è stata presentata questa mattina a Palazzo Barbieri dall’assessore allo Sport Alberto Bozza insieme al calciatore Vangelis Moras. Presenti il team manager del Chievo Marco Pacione, il delegato provinciale del CONI Stefano Gnesato e il responsabile dei progetti sociali del CSI Roberto Nicolis.
“Ringrazio le società sportive dell’Hellas e del Chievo per aver reso possibile questo evento – ha affermato Bozza – un perfetto esempio di sport e solidarietà”. L’assessore ha ricordato anche i due contributi di 1.000 euro ciascuno che gli organizzatori dei concerti di Cesare Cremonini e Max Pezzali, svoltisi l’anno scorso al Palazzetto dello Sport, hanno devoluto alla Fondazione “Save Moras” e al CSI.
La Fondazione “Save Moras” è stata inaugurata il 23 dicembre 2015 in Grecia e dal 25 gennaio è attiva anche in Italia.

Condividi con:

Articoli Correlati

Calcio&Media, Cantina di Soave in Serie A col Monza di Berlusconi

massimo

Sona, a fuoco allevamento di polli: nube di fumo visibile da Verona

massimo

S. Giovanni Lupatoto, 51enne di San Pietro di Morubio si capotta con l’auto in Transpolesana

massimo

Ciclismo, il Team Autozai Petrucci Contri ingaggia Lorenzo Cordioli e Tommaso Zandonà

massimo

Rivoli Veronese, è un 71enne di Trento il ciclista deceduto dopo essere stato investito da un furgone

massimo

Politiche 2022, tra i papabili candidati della Lega anche la ceretana Lara Fadini

massimo