11.8 C
Verona
20 Ottobre 2020
In evidenza Politica Politica ultimaora Verona città

Sabato il Congresso provinciale di Sinistra italiana a Verona

verona-aerea

Dopo l’assemblea congressuale provinciale che ha discusso ed approvato le tesi nazionali proponendo alcuni emendamenti ed eletto le delegate e i delegati al congresso nazionale costitutivo del partito, Sinistra Italiana, si svolge, secondo il regolamento nazionale, il Congresso provinciale di Sinistra italiana di Verona

sabato 8 aprile alle 9,30 nella sala civica di Avesa (via Indentro 20) a Verona.

Finalmente si conclude la fase costituente del partito che vuole proporsi di costruire una autonoma cultura della sinistra e produrre  politiche, avanzare proposte ed iniziative contro il dilagante neoliberismo, contro il populismo e le proposte reazionarie di organizzazioni xenofobe e discriminanti nei confronti dei più deboli e dei diversi.

Servono ideali, valori, progetti politici che vanno fatti vivere con iniziative e con azioni incisive. Servono politiche per il lavoro, per i diritti, per l’inclusione, per una diversa distribuzione dei redditi e delle risorse, per risanare l’aria e l’ambiente dalle conseguenze di modelli di mobilità, di consumo, produttivi ed energetici che vanno profondamente cambiati. Sinistra Italiana ritiene utile non solo proporre soluzioni, ma anche dialogare ed ascoltare qualificate parole ed indicazioni da organizzazioni politiche e sociali anche al congresso cui sono state invitate.

La relazione introduttiva verrà tenuta da Claudia Pratelli, della segreteria nazionale.

Articoli Correlati

Verona, da giovedì il punto tamponi di Borgo Trento aperto a tutti

massimo

Coronavirus, Zaia lancia un piano in 5 fasi. Ma in Veneto Immuni ancora non va

massimo

Verona, al Modus Maria Pilar Perez Aspa in “Racconti di Zafferano”

massimo

L’infermiera-eroe premiata da Mattarella: ha preso il Covid per assistere un’anziana

massimo

Verona, prende a pugni l’ex fidanzato: arrestata

massimo

Verona, arrestato per rapina e minacce “Bibi” Papale

massimo