2.9 C
Verona
8 Febbraio 2023
Cronaca Cronaca In evidenza Verona città

Salute, convegno sul ritorno del parassita della strongiloidiasi

granguardia

L’Unità di Profilassi Malattie Infettive del Dipartimento di Prevenzione dell’azienda Ulss 20 di Verona organizza, in collaborazione con il Centro per le Malattie Tropicali dell’Ospedale Sacro Cuore di Negrar, il convegno “Strongyloidesstercoralis: un parassita che ritorna o che non se ne è mai andato? Risultati di uno studio di sorveglianza condotto nel nord-est Italia e proposte operative”, che si terrà nella mattinata di mercoledì 4 marzo a Verona, a Palazzo della Gran Guardia.

La strongiloidiasi è una parassitosi presente anche alle nostre latitudini, dalla prevalenza ampiamente sottostimata, che può evolvere in forme severe nei soggetti immunodepressi. Il parassita si trasmette attraverso il contatto della cute integra con terreno contaminato (ad esempio, camminando scalzi) ed è in grado di permanere nell’organismo per tutta la vita del soggetto, se non viene somministrato un trattamento adeguato.

Attualmente nel nostro Paese, a seguito del miglioramento delle condizioni igieniche dei terreni, sono rare le nuove infestazioni autoctone, per cui il fenomeno interessa soprattutto gli anziani, esposti al parassita in giovane età, oltre che la popolazione immigrata e i viaggiatori internazionali. Per valutare la reale diffusione dell’infestazione in un ampio campione di soggetti italiani e stranieri, si è avviato e condotto sin dal 2011 uno studio nell’ambito del progetto “Sorveglianza epidemiologica e controllo della strongiloidiasi in aree endemiche delle Regioni Veneto, Friuli Venezia Giulia e Lombardia”, finanziato dal Centro nazionale per la prevenzione e il Controllo delle Malattie.

Nel corso del convegno saranno presentati i risultati dello studio e avanzate proposte operative per lo screening e il controllo della parassitosi nelle fasce di popolazione a rischio. L’evento sarà un’opportunità di confronto, sensibilizzazione e formazione per operatori di sanità pubblica, medici di medicina generale, medici e operatori sanitari ospedalieri di diverse branche specialistiche.

Condividi con:

Articoli Correlati

Formazione, 2.000 studenti hanno partecipato all Giornata internazionale sulla sicurezza in internet 

massimo

Cattolica trasferisce attività in Piemonte e la Cgil attacca: «Generali mostra il suo vero volto mettendo a rischio 90 posti di lavoro alla Insurecom»

massimo

Formazione, presentato il Piano Operativo Regionale “Persi, dispersi e ritrovati: le politiche per i giovani”

massimo

Negrar, i Carabinieri pedinano uno spacciatore fino a Montebello (Vicenza) per arrestarlo

massimo

Verona, sbloccato a Roma dal Cipess il progetto del Filobus con 6,73 milioni di euro di contributo in più

massimo

Verona, Adiconsum ottiene dall’Arbitro Bancario Finanziario il rimborso di 4.200 euro truffati ad un cittadino tramite sms

massimo