17.4 C
Verona
22 Maggio 2024
Cronaca Cronaca Est Veronese In evidenza ultimaora

San Bonifacio, arrestato commesso che spacciava cocaina nel supermarket

Carabinieri02

Nel pomeriggio di sabato i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di San Bonifacio hanno arrestato un 39enne per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

Era da qualche giorno che il giovane italiano, incensurato, di professione commesso in un noto market del centro cittadino, era controllato dai carabinieri che avevano notato che l’uomo, ogni volta che il titolare si allontanava dal negozio, venir avvicinato da clienti “particolari”, con i quali si appartava. Questo fino al pomeriggio di ieri quando, a seguito di una di queste occasioni, i Carabinieri hanno controllato uno dei clienti, trovandolo in possesso di una dose di cocaina appena acquistata dal commesso. L’immediata perquisizione dell’attività commerciale effettuata dai militari ha permesso poi di ritrovare ulteriori 20 grammi di cocaina ed 1 di marjuana, nonché il un bilancino di precisione e sostanza da taglio.

L’uomo è stato quindi arrestato in flagranza mentre la droga è stata sequestrata. L’arrestato, su disposizione del Pubblico Ministero è stato posto agli arresti domiciliari e nella mattinata di oggi condotto davanti al Giudice del Tribunale di Verona che ha convalidato l’arresto e disposto per lui la misura degli arresti domiciliari, in attesa della prossima udienza prevista per i primi di giugno.

Condividi con:

Articoli Correlati

Polato (FdI): «L’Europa sia unita contro l’eccessiva capacità cinese. Rischio da Pechino di dazi al vino europeo»

massimo

Verona, incontro sull’Autonomia differenziata con Paolo Borchia e il ministro Calderoli

massimo

San Bonifacio, alzato il ponte della Motta per far passare l’Alpone in piena

massimo

Maltempo, Soave conta i danni con oltre 170 abitazioni allagate fino al piano terra, una cantina devastata e 11 frane

massimo

San Pietro di Morubio, un morto nel ribaltamento di un’auto

massimo

San Bonifacio e Soave, attenti a finti tecnici di Acque Veronesi

massimo