2.5 C
Verona
28 Novembre 2022
Cronaca Cronaca Est Veronese In evidenza ultimaora

San Bonifacio, per l’omicidio di Maria Armando a processo le figlie

Maria_Armando_Montanaro_foto_02movImmagine001-1-1-1

L’accusa è da brividi ed è arrivata 22 anni dopo il terribile delitto che a San Bonifacio vide vittima Maria Armando, all’epoca infermiera 42 enne, uccisa con 21 coltellate e seviziata con il manico di una scopa, il 23 febbraio 1994 nella sua casa del quartiere Praissola. Ad ammazzare la donna sarebbero state le due figlie, assieme all’allora fidanzato e ad un’amica.

Ieri, infatti, il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Verona, Guido Taramelli, ha accolto la richiesta del pubblico ministero Giulia Labia, rinviando a giudizio le due figlie della donna, Katia e Cristina Montanaro, l’ex fidanzato di quest’ultima, Salvador Veraci, ed un amica delle due donne all’epoca dei fatti, Marika Cozzula. Per tutti l’accusa è omicidio premeditato in concorso. Per lo stesso reato è già stata condannata all’ergastolo pochi mesi fa la padovana Alessandra Cusin.

Condividi con:

Articoli Correlati

Bovolone, 86enne investito da un’auto: è gravissimo

massimo

Verona, grazie ad Adiconsum recupera 4500 euro sottrattigli con una truffa bancaria via sms

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Nogara, al Teatro Comunale in scena “Come respirare. Storie di ordinaria violenza” sul tema della violenza di genere

massimo

Verona, ATV a Job&Orienta per cercare nuovi autisti tra i giovani

massimo

Verona, domani apre “Jo&Orienta” con 400 tra scuole, università, agenzie del lavoro e realtà come Acque Veronesi

massimo