29.4 C
Verona
16 Agosto 2022
Cronaca Cronaca Est Veronese In evidenza ultimaora

San Bonifacio, ruba all’Iperfamila e scoperto aggredisce il vicedirettore: in carcere

Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri della Stazione di San Bonifacio hanno arrestato un trentacinquenne, di origine marocchina, per rapina impropria e resistenza a Pubblico Ufficiale. L’uomo che si trovava al supermercato Iperfamila di San Bonifacio, dopo aver prelevato una serie di prodotti esposti alla vendita, per un valore di oltre 100 euro, ha inserito tutto nel suo zaino guadagnando l’uscita, ignaro di essere stato notato dal vice direttore del punto vendita che insieme agli altri dipendenti lo ha fermato ed ha subito avvisato i Carabinieri. Vistosi scoperto, l’uomo ha tentato in ogni modo di divincolarsi per darsi alla fuga, dimenandosi e urlando parole in lingua araba, ma è stato fermato grazie anche all’intervento di un militare della Stazione Carabinieri, che libero dal servizio e dopo aver compreso cosa stesse accadendo, si è precipitato per prestare aiuto ai cittadini. A seguito della perquisizione personale veniva trovato in possesso di un comune “tagliaunghie” con il quale, nel tentativo di darsi alla fuga, aveva anche provocato una leggera ferita ad una mano del vice direttore. Il militare invece se l’è cavata con lievi contusioni, subito medicate all’ospedale di San Bonifacio.

Nella mattinata odierna il responsabile è comparso davanti al Giudice di Verona per l’udienza di convalida, al termine della quale è stato convalidato l’arresto e disposta la sua traduzione nel carcere di Montorio.

Condividi con:

Articoli Correlati

Soave, serata di poesia al parco Zanella

massimo

Roverchiara, distrutta dalle fiamme parte della “Cereal Docks Organic”

massimo

Politiche 2022, il Pd candida come capolista alla Camera l’uscente Alessia Rotta

massimo

Politiche 2022, oggi le “Parlamentarie” 5 Stelle sui candidati: esclusa la veronese Businarolo

massimo

Verona, al “Mura Festival” appuntamento con le degustazioni di Slow Food

massimo

Ciclismo, Biondani (Autozai Petrucci Contri) quarto a Ceneda di Vittorio Veneto

massimo