8 C
Verona
24 Aprile 2024
Cronaca Cronaca Est Veronese In evidenza ultimaora

San Bonifacio, sorpreso dal proprietario a rubare una bici elettrica, reagisce violentemente ferendolo

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile del Comando Compagnia di San Bonifacio e delle Stazioni di Soave e Zevio hanno arrestano ieri il responsabile di un tentativo di furto di una bici elettrica che, sorpreso dal proprietario, aveva reagito con violenza ferendolo con due calci al volto.

Tutto inizia nel tardo pomeriggio di ieri 1° settembre, in pieno centro a San Bonifacio, quando un 27enne, nordafricano, pensando di non essere notato, asportava una bicicletta elettrica posteggiata in strada, sprovvista di catena o altri sistemi di sicurezza, e si allontanava come se nulla fosse. Proprio in quel momento il proprietario del velocipede, che si trovava con alcuni amici i un bar del centro, e che aveva parcheggiato la bicicletta poco distante, accortosi di quanto stava accadendo raggiungeva il giovane e dopo essersi rimpossessato della bici, del valore di oltre 4.000 euro, alla richiesta di spiegazioni veniva improvvisamente aggredito con due violenti calci sferrati in pieno volto. Stessa sorte quella riservata ad un altro passante intervenuto a difesa della vittima del furto, colpito alla spalla con un oggetto contundente lanciatogli contro.

In quel momento un Carabiniere del Comando Compagnia di San Bonifacio, libero dal servizio, transitando a bordo della propria autovettura lungo quel tratto di strada, notato un gruppo di persone che tentava di fermare il giovane, dopo aver allertato la centrale operativa 112, seguiva l’uomo che nel frattempo, minacciati i presenti con un coccio di bottiglia, era riuscito ad allontanarsi. Il repentino intervento di altre due pattuglie del Comando Compagnia, permetteva di rintracciare il responsabile poco di stante dal luogo dei fatti, grazie anche alle preziose indicazioni fornite dai cittadini presenti.

Sottoposto a perquisizione, il 27enne, già noto alle Forze dell’Ordine, in evidente stato di alterazione psicofisica verosimilmente dovuta all’abuso di sostanze alcoliche, veniva trovato in possesso di una dose di sostanza stupefacente del tipo hashish e di una forcola di 12 cm che deteneva senza alcun valido motivo, e quindi arrestato per i reati di rapina aggravata, lesioni personali, detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio e porto di armi o oggetti atti ad offendere.

L’arrestato come disposto dall’Autorità Giudiziaria scaligera è stato tradotto nel carcere di Verona Montorio, mentre i due cittadini feriti se la sono cavata con qualche giorno di prognosi.

Condividi con:

Articoli Correlati

Sanità, Bigon (Pd): «Prorogare la graduatoria degli operatori socio sanitari che sta per scadere»

massimo

Verona, due donne di Treviso arrestate perché indagate per una truffa ad un 99enne di Parona

massimo

Verona, 20enne in carcere perché ritenuto autore di sei truffe ai danni di anziani con rapine e sequestro di persona

massimo

Legnago, 24enne pescato dai carabinieri con 50 grammi di hashish: arrestato

massimo

Verona, tentano di rubare in una villetta a San Michele Extra: arrestato dai carabinieri con l’aiuto dei residenti

massimo

Meteo, allerta per pioggia forte, temporali e neve sulle Prealpi

massimo