25.5 C
Verona
25 Luglio 2024
Est Veronese In evidenza Politica Politica ultimaora

San Bonifacio, Tosi (Fi) sull’accordo al ballottaggio tra Soave e FdI: «È spaccatura nel centrodestra»

È spaccatura nel centrodestra a San Bonifacio, con il candidato sindaco Fulvio Soave che, in vista del ballottaggio del 23 e 24 giugno, ha rifiutato l’apparentamento con Forza Italia e l’ha sottoscritto con Fratelli d’Italia.

«La decisione di Soave è molto grave sul piano politico perché significa rifiutare i valori di Forza Italia e i suoi elettori. Significa rifiutare chi il centrodestra lo ha fondato. Significa spaccare il centrodestra e ciò è inaccettabile. È la stessa scelta che fece a Verona Sboarina due anni fa e sappiamo come è andata a finire – dice il coordinatore regionale di Forza Italia, onorevole Flavio Tosi -. Si tratta anche di un dispetto istituzionale e personale che Soave fa al nostro candidato Nicola Gambin, perché se Soave dovesse mai vincere escluderebbe dal consiglio comunale proprio Gambin, cioè un candidato che ha raccolto il 23% dei consensi al primo turno, grosso modo gli stessi voti che ha preso Soave. Una clamorosa forzatura che poco ha a che fare con la democrazia».

Tosi dimentica, però, Fratelli d’Italia, su cui non spende una parola. Sono suoi alleati al governo ma a San Bonifacio hanno scelto, sottoscrivendo l’apparentamento con Soave, dopo aver sostenuto Gambin al primo turno, di rompere il centrodestra. Infischiandosene di Forza Italia.

«Il centrodestra a San Bonifacio è una polveriera. In questi mesi abbiamo visto di tutto: la Lega, che da mesi denunciava il “problema Soave”, è stata la prima a rompere il patto di coalizione ed è finita a sostenere lo stesso Soave, unica lista del centrodestra ad appoggiarlo al primo turno, una scorrettezza politica e personale inaudita – rincara la dose il commissario di Forza Italia a San Bonifacio, Emanuele Tosi. Gli unici ad aver rispettato gli accordi siamo stati noi di Forza Italia, con Gambin che ha rifiutato tutte le poltrone offertegli a fronte di accordi di sottobanco per noi inaccettabili. Nicola Gambin è stato il miglior candidato a Sindaco che il centrodestra poteva esprimere e che potrà esprimere in futuro. L’ho detto a Nicola: teniamoci pronti, che se mai dovessero vincere questi il rischio di tornare a rivotare tra un anno è altissimo».

Condividi con:

Articoli Correlati

Tumore al pancreas, Verona e Roccella Jonica insieme per curarlo con una borsa di studio dedicata a Elisa

massimo

Bardolino, tedesco ricercato per omicidio doloso e furto arrestato dalla Polizia municipale

massimo

Viabilità, riaperta ieri la Provinciale 20 tra Nogara e Salizzole

massimo

Verona, 33 arresti contro la rete di criminali che rapinava, scippava, aggrediva persone davanti alla Stazione

massimo

Malcesine, precipita con il parapendio lanciandosi dal monte Baldo: morto

massimo

Verona, consegnate da Tosi e Bisinella al carcere di Montorio 11 tonnellate di piastrelle per rifare le docce

massimo