15.4 C
Verona
1 Ottobre 2022
Cronaca Cronaca Est Veronese In evidenza ultimaora

San Bonifacio, ubriaco inveisce sugli operatori del 118 e si scaglia contro i Carabinieri: arrestato

Nella tarda serata di ieri, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Bonifacio e della stazione di Soave, hanno tratto in arresto G.S., ventiquattrenne originario del Senegal, residente a San Bonifacio, disoccupato e noto all’ufficio. A chiamare i militari, poco prima delle 22, erano stati i genitori del giovane perché il figlio era rientrato a casa in grave stato di alterazione psicofisica dovuta all’abuso di sostanze alcoliche, tanto che avevano allertato il personale sanitario, giunto immediatamente sul posto, che veniva però aggredito verbalmente dal giovane che rifiutava di sottoporsi a visita medica, allontanandosi nuovamente a piedi, in evidente stato confusionale. Da qui la richiesta dei genitori ai Carabinieri, che rintracciavano il giovane pochi minuti dopo. Ci sono volute, però, due pattuglie per bloccarlo, perché alla richiesta dei militari di fornire le proprie generalità, il giovane ha dato in escandescenza, cominciando prima ad inveire e a dimenarsi, scagliandosi poi con inaudita violenza contro di loro, minacciandoli anche con una bottiglia di birra vuota che nascondeva nel giaccone. L’arresto per resistenza e violenza e minaccia a pubblico ufficiale è stato convalidato nella mattinata odierna in Tribunale, a Verona. Il giovane è stato altresì contravvenzionato per ubriachezza.

Condividi con:

Articoli Correlati

Legnago, il Comune lancia il bando “Sport e musica per tutti”

massimo

Trasporti, Atv annuncia la disdetta del contratto integrativo: sindacati pronti allo sciopero dal 3 ottobre

massimo

Trasporti, da lunedì 3 ottobre Atv lancia nuove corse per far fronte alle criticità di inizio anno scolastico

massimo

Verona, domani l’insediamento del nuovo vescovo Domenico Pompili

massimo

Verona, 39enne perde la vita scontrandosi in moto contro un’auto

massimo

Maltempo, grandinata ieri pomeriggio tra Fumane e il Garda: colpiti gli olivi

massimo