22.7 C
Verona
24 Settembre 2020
Economia Economia Est Veronese In evidenza ultimaora

San Giovanni Ilarione, questa sera il convegno sul progetto “Patrimonio” della Doc Lessini Durello

Il presidente del Consorzio del Lessini Durello, Paolo Fiorini

Questa sera, 10 ottobre, alle ore 19,30 al Teatro Parrocchiale di San Giovanni Ilarione, il Consorzio della Doc del Lessini Durello presenta al territorio il progetto “Patrimonio”, in collaborazione con la Coldiretti.

Si tratta di un progetto di valorizzazione della Val D’Alpone che punta a creare uno sviluppo condiviso, in funzione anche della candidatura Unesco del patrimonio geopantologico della vallata. E che a livello di viticoltura si coniuga in diversi ambiti, dalla riscoperta di varietà autoctone al progetto di fattibilità dell’ecomuseo, attraverso una carta d’intenti condivisa con la comunità.

Paolo Fiorini, presidente del Consorzio del Durello, presenterà lo stato dell’arte del lavoro consortile che sta attraversando un momento positivo, con imbottigliamento, soci e superficie vitata in crescita. Assieme a lui Sandro Gini, presidente del Consorzio del Soave, il direttore del Consorzio, Aldo Lorenzoni, e Chiara Mattiello, responsabile del progetto. Chiuderà il convegno, organizzato in occasione della Sagra delle Castagne, Giamberto Bochese, presidente della Strada del Vino Lessini Durello, che aggiornerà sulla candidatura in corso e i suoi prossimi step. Interverranno inoltre Luciano Marcazzan, sindaco di San Giovanni Ilarione e Daniele Salvagno, presidente di Coldiretti Verona. Modera l’incontro Giancarlo Vettorello, di Coldiretti Veneto.

Articoli Correlati

Albaredo d’Adige, incendio alla casa di riposo

massimo

Occupazione, i sindacati chiedono a Zaia un patto per il lavoro

massimo

Vendemmia, oltre 50 italiani assunti grazie ad Agribi

massimo

Mozzecane, il Talent Music Summer chiude la stagione a Villa Cavriani

massimo

Rally, presentato il 38. Due Valli che si correrà il 24 ottobre

massimo

Cerea, travolto dopo essere uscito dalla sua auto incidentata: è grave

massimo