17.5 C
Verona
29 Maggio 2024
Cronaca In evidenza ultimaora

Sanità, Bigon (Pd): «Prorogare la graduatoria degli operatori socio sanitari che sta per scadere»

«La graduatoria degli operatori socio sanitari (Oss) sta per scadere, eppure è ancora popolata da centinaia di lavoratori che hanno offerto la propria disponibilità e sarebbero in grado di soddisfare una parte importante del fabbisogno di personale sanitario del nostro territorio, specialmente per quanto riguarda le strutture dell’Ulss 9. Chiediamo dunque che si provveda a prorogare la graduatoria, scongiurando il dispendio tempo, risorse ed energia che deriverebbe dal ripartire da zero con un nuovo concorso».

Così la consigliera regionale Pd, Anna Maria Bigon, che porta l’esempio di tanti servizi che hanno necessità sul territorio, da Bovolone a San Bonifacio. «È stato soddisfatto questo bisogno? Mentre l’Azienda Ospedaliera ha esaurito la propria graduatoria di Oss, l’Ulss ha accumulato una disponibilità di ben 609 operatori. Dei 760 ammessi, 157 risultano infatti assunti e tutti gli altri ancora in attesa – spiega Bigon -. Considerato il vastissimo bisogno di operatori in moltissimi strutture a gestione Ulss, senza contare l’ulteriore richiesta che verrà indotta nel 2026 con l’entrata in funzione delle Case e degli Ospedali della Comunità, è assolutamente necessario procedere con le relative assunzioni. Depositerò interrogazione per capire la situazione attuale e le motivazioni di questo blocco».

Condividi con:

Articoli Correlati

Villafranca, il liceo artistico “Carlo Anti” domani premiato alla Camera dei Deputati

massimo

Legnago, presentazione del libro “Donne invisibili e donne in controluce”

massimo

Verona, presentazione del libro “Piazza della Loggia cinquant’anni dopo” sulla strage neofascista

massimo

Verona, in Gran Guardia la mostra “Dall’Italia ad Auschwitz”

massimo

Pallacanestro, impresa dell’Ecodem Alpo Basket in gara-1 di finale a Udine per la promozione in A1  

massimo

Verona, dibattito con candidati e candidate alle elezioni europee al liceo Maffei

massimo