17 C
Verona
23 Maggio 2024
Cronaca In evidenza ultimaora

Sanità, l’Ulss 9 fa saltare il vertice con i sindacati. La Cgil: «Informati con una mail. Sconcertante»

«Quanto accaduto è sconcertante. Ieri pomeriggio, 3 novembre, con una semplice mail, le Organizzazioni sindacali della Dirigenza Sanitaria dell’Ulss 9 Scaligera hanno ricevuto la comunicazione del rinvio dell’incontro fissato per oggi alle ore 15, richiesto alla direzione strategica della Ulss 9 da diverse settimane».

Spiega Sonia Todesco della segreteria della Fp Cgil, commentando il comunicato che porta le firme di tutte le sigle sindacali dei medici e degli operatori sanitari, oltre che di Cisl Medici e Uil Fpl: «Un rinvio dell’incontro, senza ulteriore data, a causa, scrive l’Ulss “del mancato riscontro regionale sul piano di recupero delle liste di attesa dell’azienda”. Un modo di fare assurdo».

Non solo, in questo modo l’Ulss 9 ha eliminato anche la possibilità di un confronto e informazione anche su tutti gli altri argomenti su cui i sindacati chiedono da tempo lumi, temi di prospettiva quali il futuro degli Ospedali pubblici, la carenza di personale medico e del comparto, gli accordi con l’Università per l’invio

degli specializzandi, i rapporti con la sanità privata per il recupero delle liste di attesa ed infine il ritardo ingiustificabile nell’assegnazione degli incarichi. «E la motivazione del rinvio, dopo un anno e mezzo di assenza di relazioni sindacali, è stata giudicata un pretesto da tutte le Organizzazioni sindacali per non affrontare temi importanti e dirimenti per il futuro dell’azienda i cui ospedali sono in costante calo di prestazioni erogate in forma diretta – riprende la nota dei sindacati -. Una sfida alle relazioni sindacali ma anche una sfida ai professionisti in costante fuga. Sfide che naturalmente sapremo cogliere e che purtroppo confermano come da molto tempo sia in corso un progressivo scollamento sugli obbiettivi tra la direzione aziendale e le sigle sindacali della dirigenza sanitaria. Intanto, l’attività a gestione diretta è in costante riduzione, lascia sempre più spazio alle strutture private e alimenta una competizione deleteria tra ospedali pubblici». Per tutto questo, i sindacati ribadiscono «la necessità e la disponibilità al confronto. Chiedono una data certa di convocazione del tavolo sui temi già all’ordine del giorno e annunciano l’indizione di una assemblea generale della dirigenza sanitaria».

(nella foto l’ospedale di Legnago)

 

Condividi con:

Articoli Correlati

Meteo, nuovo allarme per forti piogge su tutto il Veneto dal pomeriggio a domani

massimo

Verona, convegno per i 60 anni dalla morte dell’archeologo Francesco Zorzi, primo direttore del Fioroni

massimo

Legnago, l’amministrazione uscente nomina il nuovo consiglio di amministrazione di Fondazione Fioroni

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Valpolicella, approvato il bilancio del Consorzio di tutela della Doc: 3,8 milioni di fatturato

massimo

Verona, domenica a Villa Buri la “Festa dei Popoli” con tema “In cammino per la pace”

massimo