8 C
Verona
20 Aprile 2024
Cronaca Cronaca In evidenza Verona città

Sanità, responsabilità professionale ed organizzazione gestionale. Un convegno

Santamaria-giustizia

“Responsabilità professionale ed organizzazione gestionale delle strutture di cura alla luce della legge 24/17 (c.d. Legge Gelli)” è il titolo del convegno che si terrà a Verona domani mercoledì 14 giugno a partire dalle 19 (chiesetta di Santa Maria della Giustizia Vecchia in piazza San Zeno)  organizzato dall’associazione “Quattro chiacchere” in collaborazione con l’“Associazione italiana assistenza spastici” (AIAS). L’appuntamento rappresenta un’occasione per dibattere sulle nuove norme approvate dal Parlamento sul tema della responsabilità medica, con profili di diritto penale e processuale penale, ma anche per ribadire, come sottolineano gli organizzatori, che «la sanità pubblica è un bastione della civiltà italiana: non da demolire, ma da migliorare con il contributo di tutti».

Il programma della serata prevede le relazioni del magistrato Fernando Platania, Presidente di sezione della Corte d’Appello di Brescia, “Illustrazione generale Legge Gelli con particolare riferimento agli aspetti processuali”; dell’avvocato Lucia Poli, responsabile dell’Ufficio affari legali dell’Azienda ospedaliera universitaria integrata di Verona, “Buone pratiche e linee guida”; del dottor Paolo Biban, medico-chirurgo specialista in pediatria, direttore dell’Unità operativa di pediatria ad indirizzo critico presso l’Azienda ospedaliera universitaria integrata di Verona, “Come viene percepita la legge dal punto di vista del Medico”; il professor Domenico De Leo, medico-chirurgo specialista in Medicina Legale e delle Assicurazioni, “Criteri di svolgimento delle perizie medico-legali”; Athos Caucchioli, consulente informatico, “Rischi informatici e misure di sicurezza”; Giuseppe Caruso, avvocato amministrativista, “Inquadramento su aspetti pubblicistici”; Mirko Bruni, avvocato civilista, “La responsabilità delle case di cura private”; Marco De Robertis, avvocato penalista, “Il nuovo art. 590 sexies c.p.”; Andrea Terazzi, Intermediario assicurativo “Brosel Spa”, “Aspetti assicurativi”; modera l’avvocato Giampaolo Borgogna dell’associazione “Quattro chiacchiere”.

La partecipazione al convegno, che è stato accreditato dal consiglio dell’Ordine degli avvocati di Verona con riconoscimento di 2 crediti formativi professionali, è libera e gratuita.

Condividi con:

Articoli Correlati

Legnago, domenica Tosi presenta la lista di Forza Italia per le Comunali

massimo

San Bonifacio, foto sbagliata su Primo Giornale: pubblicata quella di Pimazzoni al posto di Fiorio

massimo

San Bonifacio, la Liga Veneta Repubblica sostiene il candidato sindaco Fulvio Soave

massimo

Legnago, il sottosegretario Delmastro al convegno del candidato Longhi sulla sicurezza

massimo

Legnago, quattro arresti dei Carabinieri per spaccio di stupefacenti nella Bassa

massimo

Primo Giornale in distribuzione nell’Est Veronese, qui sempre scaricabile e sfogliabile

mirco