1.9 C
Verona
1 Dicembre 2020
Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora Verona provincia

Scuola, al via raccolta firme per nuova legge sulla formazione professionale

enaip-verona

Mobilitazione generale sabato 28 marzo per il sistema della formazione professionale in Veneto, con “FormaVeneto” che darà il via ufficiale alla campagna di raccolta firme a sostegno della proposta di legge di iniziativa popolare sull’istruzione e formazione professionale avanzata dall’associazione: una legge richiesta e attesa da oltre cinque anni dalla Regione Veneto (la legge di riferimento risale al 1990).

Per tutta la mattina, numerosi centri degli enti aderenti a FormaVeneto (EnAIP, Cnos-Fap, Ficiap, Cif Opere assistenziali, Ciofs Fp, Dieffe, Irigem, Opera Monte Grappa) saranno nelle maggiori piazze del Veneto e promuoveranno nelle proprie sedi iniziative di sensibilizzazione sulla legge.

L’appello a sostenere la proposta di legge è rivolto a tutti: alle famiglie dei giovani studenti frequentanti i corsi, naturalmente, ma anche a cittadini, imprenditori, associazioni di categoria, comunità ecclesiali, insomma a tutti coloro che riconoscono a questo segmento della formazione il suo ruolo fondamentale sul fronte del contrasto alla dispersione scolastica, nonché di “fucina” di competenze aggiornate e qualificate, così vitali per le nostre imprese.

A frequentare gli 800 corsi gratuiti proposti da FormaVeneto nei numerosi centri presenti capillarmente sul territorio sono oggi oltre 16.500 ragazzi tra i 14 e i 18 anni, che attraverso questi percorsi adempiono all’obbligo scolastico nell’esercizio del diritto-dovere all’istruzione e alla formazione. I più recenti dati regionali rilevano che nell’ultimo triennio i più ricercati dai giovani veneti sono i corsi di ristorazione, meccanica e quelli del comparto turistico e del comparto estetica e benessere. Settori che ben rispondono alla domanda del territorio: il 70% degli studenti trova occupazione entro il primo anno dal conseguimento della qualifica, in ambiti e con mansioni che per il 65% sono pienamente coerenti con i percorsi di studi svolti.

Perciò FormaVeneto ha deciso di avanzare una propria proposta di legge per la formazione professionale nel Veneto. Tra i suoi fini prioritari quelli di assicurare alla formazione professionale un riconoscimento della sua fondamentale funzione per l’orientamento, la formazione e l’accompagnamento al lavoro per i giovani; di sostenere un segmento formativo che valorizza le attitudini dei giovani con percorsi che rafforzano le competenze e garantiscono una professionalità spendibile su tutto il territorio dell’Unione europea; di assicurare la stabilità dell’offerta formativa ai giovani e alle famiglie, attraverso una programmazione triennale dei percorsi, superando il meccanismo del bando annuale oggi vigente, e finanziamenti certi da parte della Regione Veneto.

L’obiettivo è di superare le 7 mila firme necessarie a consentire il deposito del disegno di legge in Regione e l’avvio dell’iter che lo farà poi approdare in Consiglio regionale per la discussione.

Articoli Correlati

Colognola ai Colli, colpo di scena in consiglio: ribaltone in maggioranza

massimo

Meteo, allerta per forte vento e neve dalla mezzanotte di oggi

massimo

Cerea, l’assessore Morandi è entrata in Fratelli d’Italia

massimo

Agricoltura, il presidente dei risicoltori di Confagricoltura: «Buone rese e prezzi sostenuti»

massimo

Vinicoltura, una conferenza online sul Valpolicella al posto di “Anteprima Amarone” saltata causa Covid

massimo

Villafranca, è un giovane di 28 anni il motociclista morto ieri sera

massimo