9.1 C
Verona
3 Dicembre 2022
Economia In evidenza ultimaora

Sinco smentisce il segretario della Filt Cgil Verona: «L’accordo c’è e l’ha firmato anche lui»

«Per nulla aderente alla verità dei fatti e privo di ogni fondamento quanto riportato nell’articolo che richiama le asserzioni del signor Fasoli di Filt Cgil di Verona».

Lo afferma oggi la cooperativa Sinco che, riguardo alla vertenza dei lavoratori della cooperativa Sinco nelle sedi dell’Aia annunciata sabato 12 dicembre da Raffaello Fasoli, segretario generale provinciale della Filt Cgil di Verona che si occupa di trasporti e logistica, e Florian Gjoka, della Flai Cgil di Verona. «Si precisa, infatti, che in data 20.10.2020 le Segreterie Regionali delle categorie firmatarie il CCNL Logistica Trasporti Merci e Spedizioni (compreso Fasoli per delega della FILT – CGIL Regionale) hanno siglato un accordo che prevede il riordino d’insieme dei trattamenti economici nei tre reparti Agricola Tre Valli, in cui la Cooperativa Sinco opera. entro un percorso di manutenzione e prospettiva in grado di stabilizzare l’occupazione e le professionalità. Il criterio condiviso coinvolge la responsabile collaborazione delle categorie degli Alimentaristi interne ad Agricola tre Valli, sempre attente alle evoluzioni dell’ambito industriale nel suo insieme che indirettamente le interessa – chiarisce la direzione di Sinco -. L’accordo delinea, infatti, una graduale ma completa soddisfazione entro il primo semestre 2021 delle rivendicazioni oggi portate a pretesto di stati di agitazione che certamente ne minano la prospettiva. Il giorno 09.12.2020 la direzione Sinco, anticipando ogni altro alibi strumentale, in successione al blocco stradale che il signor Fasoli ha personalmente presidiato presso la barriera d’ingresso di Quadrante Europa con lo sciopero delle attività nel reparto Hangartner, ha chiesto un incontro urgente ai Segretari Generali di FILT – CGIL, UILT – UIL e FIT CISL Veneto per il giorno 14.12.2020. Le OOSS, così rappresentate, hanno aderito all’urgenza e confermato la loro presenza. Pertanto, diventa incomprensibile, oltre che gravemente dannoso per i lavoratori e per le aziende coinvolte (specie nel particolare periodo di emergenza), quanto il signor Fasoli predisporrebbe; ciò, di fatto, disconosce l’accordo su cui ha già apposto la propria firma».

«La convocazione delle OOSS programmata per oggi è stata resa possibile dalle Commissioni Tecniche composte dalle RSA di FILT – FLAI, FIT – FAI e UILT-UILA che hanno individuato le verifiche necessarie e gli aggiornamenti migliorativi a favore dei lavoratori di cui l’accordo del 20.10.2020 diventa veicolo. Di conseguenza, la direzione Sinco, nella previsione dell’incontro fissato, ha predisposto i riscontri derivanti dalla verifica degli inquadramenti e il riconoscimento di un bonus 2020 per i reparti non ancora interessati», conclude la nota della cooperativa.

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, lutto nel mondo agricolo e sindacale per la scomparsa di Laura Ferrin

massimo

Rinnovabili, Borchia (Lega): «Pericolo dipendenza tecnologica da Cina, ora creare filiera fotovoltaico in Europa»

massimo

Verona, camionista muore in un incidente tra Tir sulla strada dell’Alpo

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Morte di Rebellin, il ricordo di Zaia: «Il ciclismo veneto perde una figura storica, esempio di atleta e di uomo»

massimo

Tragedia nel ciclismo: Davide Rebellin travolto e ucciso da un Tir mentre si allena in bicicletta

massimo