9.1 C
Verona
3 Dicembre 2022
Cronaca In evidenza ultimaora

Solidarietà&Sport, la “We Run” quest’anno si correrà sul web

Una podistica di solidarietà sul web al tempo del Covid. Sono aperte da ieri le iscrizioni a “We Run Libere di correre”, la corsa di solidarietà per dire “No” alla violenza sulle donne giunta alla quinta edizione che si terrà il 22 novembre. Quest’anno, l’appuntamento non è lungo il parco dell’Adige a Verona, ma si correrà sul web, in un’edizione tutta virtuale a causa del Covid, ma senza confini. Si potrà partecipare, infatti, da qualunque angolo d’Italia e del mondo, basta iscriversi e correre o camminare sia all’aperto o sul tapis roulant di casa. Quello che conta è esserci perché la corsa, organizzata dall’associazione “Angels in Run”, è nata per raccogliere fondi a favore di progetti concreti a sostegno di donne che vogliono uscire da situazioni difficili.

L’obiettivo di “We Run Libere di correre” è raccogliere fondi a sostegno di associazioni che aiutano donne in difficoltà. Per esempio, questa corsa di solidarietà lo scorso anno ha visto oltre 1.200 iscritti che hanno permesso all’associazione di donare 4.000 euro a due associazioni molto attive a Verona. La prima, “Protezione della Giovane”, accoglie donne vittime di violenza, spesso insieme ai loro figli. La seconda, “D-Hub”, ha una doppia anima: da un lato un’associazione che costruisce progetti di inserimento sociale e lavorativo per donne svantaggiate, dall’altro un atelier sartoriale di riuso creativo che fa della valorizzazione dei materiali di scarto il proprio punto di forza. La donazione di “Angels in Rin” si è concretizzata in un tirocinio per aiutare Stella, una donna che a causa di una violenza subita in età giovanile ha delle limitazioni fisiche che le impediscono di usare appieno le sue competenze lavorative. Il percorso è iniziato a febbraio, ma a seguito del lockdown si è trasformato in una formazione a distanza che ha permesso a Stella di confezionare mascherine protettive da casa sua. E siccome dalle cose buone nascono spesso circoli virtuosi, con il ricavato della vendita di queste mascherine è stato possibile donarne delle altre a varie realtà che sostengono donne in situazioni difficili.

In questi anni “We Run Libere di correre” ha riunito nel Parco dell’Adige a Verona migliaia di partecipanti, dal più piccolo di soli 2 anni al più anziano di 80. Quest’anno tutti possono partecipare, basta iscriversi e correre, e poi magari postare le proprie immagini su “#liberedicorrere”. L’appuntamento è per domenica 22 novembre dalle 10 alle 13. Info su www.angelsinrun.it.

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, lutto nel mondo agricolo e sindacale per la scomparsa di Laura Ferrin

massimo

Rinnovabili, Borchia (Lega): «Pericolo dipendenza tecnologica da Cina, ora creare filiera fotovoltaico in Europa»

massimo

Verona, camionista muore in un incidente tra Tir sulla strada dell’Alpo

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Morte di Rebellin, il ricordo di Zaia: «Il ciclismo veneto perde una figura storica, esempio di atleta e di uomo»

massimo

Tragedia nel ciclismo: Davide Rebellin travolto e ucciso da un Tir mentre si allena in bicicletta

massimo