7.7 C
Verona
2 Dicembre 2022
Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora Valpolicella

Tangenziale Nord, l’AutoBrennero eliminerà la strozzatura che porta al casello

bassia

Il Consiglio di amministrazione dell’autostrada A22 del Brennero, nella seduta del 25 marzo scorso, ha approvato il progetto esecutivo per la sistemazione e la riqualificazione della viabilità di accesso al casello di Verona Nord, ed in particolare della strozzatura sulla corsia in ingresso, e per la riqualificazione dei due parcheggi esterni, con un investimento di ben 2.385.000 euro.

«Esprimo grande soddisfazione per l’annuncio del sindaco di Verona, Flavio Tosi, relativo all’approvazione del progetto, con il conseguente finanziamento, per risolvere il problema della strozzatura alla fine della tangenziale che porta dalla Valpolicella al casello di Verona Nord – commenta il consigliere regionale e di Bussolengo, Andrea Bassi -. Mi ero interessato della problematica più volte, interpellando Veneto Strade ed Anas, titolari del sedime stradale, ma le risposte erano sempre state ahimè negative, per mancanza di risorse».

«Oggi grazie agli ottimi rapporti del Comune di Verona con la società autostradale A22 del Brennero, nonchè all’eccellente lavoro svolto dal vicepresidente Carla De Beni che rappresenta il Comune in seno al CdA della società, si potrà risolvere questo problema che affligge da tempo gli automobilisti che ogni mattina si dirigono dalla Valpolicella alla zona del casello di Verona Nord – riprende Bassi -. Significa che, dopo le regolari procedure di appalto, i lavori potrebbero iniziare già nei primi mesi del 2017. Davvero un grande risultato».

Nel dettaglio, il progetto prevede di risolvere sia il problema delle code e dei rallentamenti causati dalla riduzione da due a una sola corsia della tangenziale, sia quello della possibilità di parcheggio in quanto l’attuale area di sosta in uscita dal casello (sulla destra) è insufficiente per numero di posti e l’altra (più a nord) è accessibile solo a coloro che provengono dalla Valpolicella ed oggi quindi poco utilizzata.

Nel progetto quindi si prevedono: l’allargamento della sede stradale da una corsia a due nel tratto proveniente da Bussolengo e che conduce alla rotatoria in entrata al casello, eliminando quindi l’attuale strozzatura; la riconfigurazione del tratto stradale che consente a chi proveniente da sud di accedere alla rotatoria, così da ampliare l’attuale parcheggio “nord” e renderlo accessibile sia agli automobilisti dell’A22 sia a quelli provenienti dalla tangenziale; la realizzazione di una passerella pedonale di collegamento tra i due parcheggi, illuminata e videosorvegliata, con accesso sia tramite scale che ascensori, quindi usufruibile anche dai disabili; l’allargamento del ramo di uscita della rotatoria in direzione Mantova per agevolare le manovre dei mezzi pesanti.

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, camionista muore in un incidente tra Tir sulla strada dell’Alpo

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Morte di Rebellin, il ricordo di Zaia: «Il ciclismo veneto perde una figura storica, esempio di atleta e di uomo»

massimo

Tragedia nel ciclismo: Davide Rebellin travolto e ucciso da un Tir mentre si allena in bicicletta

massimo

Verona, folle fuga in auto contromano in tangenziale per scappare ai Carabinieri

massimo

San Bonifacio,  arrestati dai Carabinieri i due autori della rapina ad un’anziana al cimitero

massimo