19.5 C
Verona
14 Agosto 2022
Basso Veronese Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora

Terrazzo, arriva l’acquedotto che non c’era per servire 150 cittadini

Terrazzo

Arriva l’acquedotto che non c’era per servire 150 cittadini. «Ringrazio il presidente Niko Cordioli e Acque Veronesi per l’importante opera che il nostro territorio attendeva da anni». Così il primo cittadino di Terrazzo, Simone Zamboni, ha commentato i lavori che partiranno nei prossimi giorni nel Comune del Basso Veronese. L’intervento, che durerà circa 3 mesi, prevede l’estensione della rete idrica in via Maria Sambo (strada provinciale n. 42), attualmente sprovvista di acquedotto. Verrà quindi realizzato un nuovo tratto di tubatura di circa 900 metri, che estenderà la rete già esistente fino alle abitazioni situate nella zona di Codalunga. Le dimensioni della condotta consentiranno un’adeguata distribuzione idropotabile alle utenze private. Il cantiere partirà dall’incrocio con via Roma e proseguirà per tutta via Sambo, con un attraversamento della Fossa Dugale.  Verranno così allacciate all’impianto pubblico  anche le abitazione a destra del canale.

«L’importo dei lavori ammonta a circa 250 mila euro – ha commentato Cordioli – L’intervento darà la possibilità a circa 150 cittadini che fino ad oggi utilizzavano pozzi privati, di allacciarsi all’acquedotto, con la possibilità di bere un’acqua sicura e controllata da numerose analisi. La popolazione interessata, durante i lavori, sarà contattata per le relative domande di allacciamento. Le caratteristiche tecniche delle strutture consentiranno inoltre in un prossimo futuro un’ulteriore estensione dell’acquedotto».

Secondo il sindaco Zamboni «l’opera rappresenta una boccata d’ossigeno in un contesto economico non facile come quello che stiamo attraversando. Il nostro territorio è purtroppo storicamente carente dal punto di vista strutturale e presenta problematiche di natura ambientale. Ricordo ad esempio, la situazione del fiume Fratta-Gorzone, tristemente noto per il suo inquinamento e la vocazione prettamente agricola della zona che, con decenni di trattamenti di fitofarmaci, ha messo a dura prova la qualità delle acque dei pozzi privati. Per questo motivo, gli interventi di Acque Veronesi sono particolarmente utili».

Condividi con:

Articoli Correlati

Olivicoltura, video dell’Aipo: olive entrate nella fase di inolizione

massimo

Sanità, la Cgil denuncia: «La diagnostica biologica del Centro trasfusionale di Bussolengo spostata a Borgo Roma»

massimo

Verona, al “Mura Festival” il reggae dei “Niu Tennici in Roots of San Bernardin”

massimo

Zaia ricorda Augusto Salvadori: «Un veneziano innamorato fino in fondo della sua città»

massimo

San Giovanni Ilarione, arrestato il 61enne: era tornato a casa pistola in pugno

massimo

San Giovanni Ilarione, il pensionato che ha sparato all’ex moglie senza colpirla è in fuga armato

massimo