27.5 C
Verona
16 Luglio 2024
Basso Veronese In evidenza Politica Politica ultimaora

Terrazzo, Lega e FdI lanciano la civica con candidato Fabrizio Ziviani. Se la vedrà con il sindaco uscente Zamboni

La presentazione del candidato sindaco di Terrazzo, Fabrizio Ziviani (Lega-civica-FdI)

A Terrazzo la sfida per il sindaco resta tra Zamboni e Ziviani. Non l’ex primo cittadino Mauro, però, ma il fratello Fabrizio Ziviani, consigliere comunale uscente ed alla sua prima volta da candidato sindaco. È la novità di queste ore a Terrazzo, dove giovedì 11 aprile al centro diurno di Nichesola c’è stata la presentazione ufficiale di Ziviani come candidato sindaco da parte della civica “Strade verso il futuro”, Lega e Fratelli d’Italia. Presenti per il Carroccio il consigliere regionale Alessandro Montagnoli e per Fdi il segretario della sezione di Legnago e responsabile per il Basso Veronese, Gianluca Cavedo.

Già decisa, intanto, la ricandidatura del primo cittadino uscente Simone Zamboni, che corre sempre con la sua lista “Progetto nuovo per Terrazzo”, una civica di centro destra aperta però anche ad altre componenti, a partire dai tosiani legati al consiglieri comunale Riccardo Saggioro, presidente del locale circolo di “Fare!”, da tempo spostato con la maggioranza anche nel voto in consiglio.

A sostenere Fabrizio Ziviani, dunque, una coalizione di centro destra che vede tra i fautori anche Alessandra Visentin, ex tosiana e oggi in “Generazione Verona” di Fabio Venturi, data per certa in lista. Non ci sarà, invece, Mauro Ziviani, che dichiara: «Dopo 25 anni da sindaco, vicesindaco e consigliere d’opposizione ritengo giusto far spazio a forze giovani. È chiaro che io sarò sempre disponibile e sosterrò questo gruppo che ho contribuito a creare, ma non andrò in lista».

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, donati dagli Alpini di Novaglie tapis roulant e cyclette al reparto Fibrosi cistica di Borgo Trento

massimo

Legnago, sul Salieri cala la scure dello spoil system Longhiano: una poltrona per Shahine?

massimo

San Bonifacio, Soave ha nominato la giunta: Turri è vicesindaco

massimo

Caso caporalato nel Basso Veronese, Mirandola (Uila): «Una macchia sulla produzione agricola veronese»

massimo

Caso di caporalato nella Bassa, la Cgil: «Caporali stranieri ma le aziende sono Veronesi»

massimo

Nuovo caso di caporalato nel Basso Veronese: 33 indiani sfruttati come schiavi nella campagne da due connazionali

massimo