15.5 C
Verona
19 Maggio 2024
Cronaca In evidenza ultimaora

Terremoto in Centro Italia, partita da Verona la “Farmacia Mobile” dei farmacisti veronesi

Farmacia mobile 24.08.2016

È partita nella notte alla volta di Arquata del Tronto in provincia di Ascoli Piceno, nelle zone terremotate del Centro Italia, la Farmacia mobile per emergenze dell’Associazione Farmacisti Volontari in Protezione Civile di Verona, allestita con alcune migliaia di confezioni  di farmaci, messi gratuitamente a disposizione da Unifarm, apparecchiature per autoanalisi e la prima squadra di Farmacisti Volontari specificatamente e precedentemente formati, composta dal presidente Paolo Pomari, Loredana Bavosa ed Elena Vecchioni. Una ventina di farmacisti hanno partecipato ieri sera all’allestimento in urgenza del camper, durato circa due ore, come più volte provato durante le esercitazioni e che mai si sperava dovesse essere necessario.

A questa prima squadra, alla quale si alterneranno nelle prossime ore altre squadre di farmacisti veronesi, si affiancheranno nei prossimi giorni altri farmacisti volontari di Protezione Civile provenienti da altre Regioni, che costituiranno quindi un unico nucleo operativo attorno alla Farmacia mobile scaligera.

I volontari dell’Associazione che opereranno nella Farmacia mobile non si limiteranno alla fondamentale distribuzione gratuita dei farmaci, ma metteranno a disposizione della popolazione anche strumentazioni per alcune autoanalisi di prima istanza. Il mezzo è dotato anche di un defibrillatore e di un corner galenico.

Condividi con:

Articoli Correlati

Bussolengo, il tour sulla sicurezza nella scuola della Regione arriva all’istituto Marie Curie

massimo

Verona, incontro sul tema della diffamazione online

massimo

Soave, dalle cantine le bottiglie di Recioto per la messa di Papa Francesco a Verona

massimo

Verona, oltre 2400 fotografi in gara da tutt’Italia al “The Photo Show”

massimo

Legnago, domani e domenica la mostra di pittura di Monica Saggioro alla Cascina del Parco

massimo

Maltempo, il Guà rompe gli argini e allaga i campi del Basso ed Veronese. La Cia: «Da anni gli agricoltori denunciano il pericolo»

massimo