22.3 C
Verona
15 Agosto 2022
In evidenza Politica Politica Verona città

Tosi: «La Lega fa campagna sui profughi ma ha firmato le sanatorie»

tosi03

«Lavori socialmente utili da far svolgere ai profughi ospitati dalle nostre comunità e una equa distribuzione degli immigrati in Europa: fa piacere che il ministro Alfano abbia avanzato queste proposte. Personalmente è da tempo che propongo questo compromesso, dettato dal buonsenso e lontano anni luce dalla demagogia di chi continua a cavalcare il dramma dell’immigrazione soltanto per tentare di accaparrarsi consensi elettorali».

È la posizione di Flavio Tosi, candidato a presidente del Veneto, espressa ieri durante un incontro della sua campagna elettorale. «Chiedere ai profughi di “sdebitarsi” con chi li ospita e concedergli il permesso umanitario di tre mesi per la libera circolazione in Europa, obbligando così tutti gli Stati membri a farsi carico della questione, credo siano le uniche soluzioni attuabili in questo momento – ha detto Tosi -. Chi invece continua a lanciare slogan senza proporre nulla di fattibile non fa altro che andare contro gli interessi dei cittadini. E la gente lo sta capendo. Anche perché, è bene ricordarlo, chi si sta facendo campagna elettorale con i clandestini sa benissimo di aver approvato, quando era al governo con Berlusconi, il trattato di Dublino, secondo il quale un profugo che arriva in un Paese non può più uscirne per essere accolto altrove. Dal 1998 al 2014, in Italia, grazie alle varie sanatorie firmate dalla Lega quando era al Governo, è transitato quasi un milione di profughi. Dunque chi ha contribuito a questa tragedia dovrebbe quantomeno avere la decenza di non raccontare balle e di non vendere slogan agli italiani».

Condividi con:

Articoli Correlati

Olivicoltura, video dell’Aipo: olive entrate nella fase di inolizione

massimo

Sanità, la Cgil denuncia: «La diagnostica biologica del Centro trasfusionale di Bussolengo spostata a Borgo Roma»

massimo

Verona, al “Mura Festival” il reggae dei “Niu Tennici in Roots of San Bernardin”

massimo

Zaia ricorda Augusto Salvadori: «Un veneziano innamorato fino in fondo della sua città»

massimo

San Giovanni Ilarione, arrestato il 61enne: era tornato a casa pistola in pugno

massimo

San Giovanni Ilarione, il pensionato che ha sparato all’ex moglie senza colpirla è in fuga armato

massimo