30.9 C
Verona
12 Luglio 2024
In evidenza Politica ultimaora

Tosi lancia la fidanzata Bisinella a sindaco con a fianco Giorgetti

Bisnella giorgetti 2

Una lista civica “Forza Verona” con capolista Alberto Giorgetti a sostegno della candidatura a sindaco di Patrizia Bisinella, la compagna di Tosi. È questa la vera novità della presentazione, oggi a Verona, della candidatura ufficiale per le amministrative dell’11 giugno della senatrice di “Fare!”, da tre anni fidanzata dell’attuale primo cittadino scaligero. Con l’onorevole Alberto Giorgetti, assieme al fratello Massimo (attuale vicepresidente del consiglio regionale Veneto) da decenni tra i leader di Forza Italia a Verona, in prima fila sulle scalinate di Palazzo Barbieri, in Bra, tra Tosi, Patrizia Bisinella, Fabio Venturi (presidente della municipalizzata del gas e dell’energia Agsm e factotum di “Fare!”), esponenti della Cdu veronese come Sergio Ruzzenente, e tanti assessori della squadra tosiana (da Benetti a Lella, a Pisa) che sta chiudendo 10 anni di amministrazione a Verona.

«Candidare la mia fidanzata a sindaco, a prendere il mio posto, non è stata una scelta facile – ha esordito Tosi – ma l’abbiamo fatta tutti assieme, la squadra con cui guido da anni questa città, per il bene di Verona. Anni fa per questa città ho rinunciato ad essere parlamentare europeo, ho lasciato l’incarico in Regione e poi ho detto no ad un posto di onorevole, ed oggi sono pronto a correre come capolista, non potendomi presentare al terzo mandato. A me di Roma non me ne frega nulla, a me interessa Verona e resto a Verona».

«Sono molto emozionata e ringrazio tutta la squadra che mi sosterrà in questa sfida che sono sicura vinceremo per continuare a governare anche per i prossimi dieci anni Verona, nel solco di quanto fatto da Flavio. Questa meravigliosa città in cui ho scelto di vivere non solo per motivi di cuore. Il nostro progetto è di far diventare sempre più Verona una città di rilevanza internazionale, come è già oggi con tanti turisti, eventi museali di richiamo mondiale, fiere di assoluto livello. Qui, in  questa bellissima piazza, dieci anni fa non c’ertano tutti questi turisti e nemmeno tanti veronesi, ma era piena di vu’ cumprà che oggi non ci sono più. Con questa squadra, con Flavio sempre al mio fianco, porteremo avanti i progetti che già abbiamo per completare il rilancio di Verona», ha dichiarato la neo candidata Bisinella, fino ad oggi cittadina di Castelfranco Veneto (Treviso), che avrà il sostegno, oltre che della Lista Tosi, delle civiche Pensionati Veneti, “Nuova Repubblica”, “Fare! Giovani”, “Amo Verona”, della “Cdu” e di una civica di centrodestra a cui sta già lavorando Alberto Giorgetti e che dovrebbe chiamarsi “Forza Verona”.

Di quest’ultima lista ne parlavano sottovoce e con il sorriso sulle labbra gli interessati ai lavori. È chiaro, infatti, che così si è completato a Verona lo strappo interno a Forza Italia, con l’ala Giorgetti che subito ha criticato la scelta della candidatura di Federico Sboarina per la coalizione di centrodestra, considerandolo in realtà un candidato del Carroccio, ed ha definitivamente scelto l’appoggio a Tosi.

«Io sono sempre stato e sempre sarò di centro destra, orgogliosamente di centrodestra, e tutti noi siamo soprattutto leali e corretti – ha scandito Giorgetti nel suo intervento -. I traditori sono dall’altra parte».

Condividi con:

Articoli Correlati

Albaredo d’Adige, scomparso l’ex sindaco Erminio Guzzo: fu l’ultimo della Dc

massimo

Verona, un morto sulla Serenissima questa notte nello scontro tra due auto

massimo

Verona, festa della Cgil venerdì sabato e domenica nell’area verde davanti alle Piscine Santini

massimo

Legnago, scintille tra Ambrosini e il neosindaco Longhi nel primo consiglio della nuova amministrazione

massimo

Primo Giornale in distribuzione nell’Est Veronese, qui sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Ciclismo, Magagnotti (Autozai Contri) è campione europeo nell’inseguimento a squadre

massimo