12.6 C
Verona
16 Ottobre 2021
In evidenza Politica Politica Politica ultimaora Verona città

Tosi rifiuta il diktat di Salvini: «In Veneto decide la Liga»

 tosi-zaia

«In Veneto decide la Liga Veneta ed un suo commissariamento da Milano non si è mai visto e noi lo rifiutiamo». L’ala Tosiana del movimento ieri sera, a Padova nel consiglio nazionale (cioè Veneto) della Liga ha rispedito al mittente quanto deliberato dal federale nella riunione di lunedì in via Bellerio a Milano, formalizzando con il voto il no al commissario e la paternità veneta della scelta sulle liste per le regionali: 12 voti a favore e tre contrari. Uno dei tre è il segretario provinciale veronese della Lega Nord, Paolo Paternoster, ex fedelissimo di Tosi ora salviniano. Con Tosi che avverte: «Lo statuto della Lega Nord prevede che siano le realtà regionali a decidere su liste e alleanze e questo la Lega lo ha sempre fatto perchè è un partito fortemente autonomista. E quindi quello che faccio approvare dal consiglio nazionale è spiegare al consiglio federale che quel commissariamento per noi non è accettabile. Noi vogliamo un dietrofront dal consiglio federale che deve riconsiderare una scelta sbagliata. Se le regole vengono ristabilite, il problema è finito. Altrimenti…».

Condividi con:

Articoli Correlati

Lotta al Covid, in farmacia oltre 4000 tamponi al giorno. Vecchioni: «Aumentata la richiesta, ma non ci sono assembramenti»

massimo

Sorgà, aperti i cantieri del cavalcaferrovia sulla provinciale per Bonferraro

massimo

Cerea, torna dopo due anni rinnovata la festa “Gusato de’ l’Anara” ad Asparetto

massimo

Colognola ai Colli, da lunedì sospesa la circolazione sulla provinciale 37

massimo

Trasporti, la Cgil sui problemi di Atv per l’obbligo Green Pass: «Una scusa per non pagare straordinari»

massimo

Verona, tre feriti di cui uno grave nello scontro tra un’auto ed un Tir

massimo