15 C
Verona
26 Ottobre 2020
Cronaca In evidenza ultimaora

Trasporti, Atv lancia “Extra Verona”, l’abbonamento extraurbano valido anche a Verona

busexpress

Un solo abbonamento per consentire a chi arriva in bus dalla provincia di utilizzare liberamente tutti i mezzi pubblici urbani di Verona. È la novità, sul fronte delle tariffe, che ATV riserva alla propria clientela a partire dal prossimo settembre, con l’obiettivo di rendere ancora più semplice e vantaggioso muoversi con il trasporto pubblico tra il capoluogo e le località della provincia.

Dal 1° settembre dunque i veronesi (circa 13 mila) che ogni giorno utilizzano le linee extraurbane con destinazione (o partenza) Verona, avranno a disposizione il nuovo “ExtraVerona”, abbonamento che permette al titolare di viaggiare, oltre che sulla linea extraurbana prescelta, anche su tutta la rete urbana di Verona.

Finora i possessori di abbonamento extraurbano “Extra Mover” che volevano usare anche i mezzi urbani dovevano acquistare il supplemento “Integro”, al costo mensile di 12 euro (per gli studenti) e 15 euro (per i lavoratori). D’ora in poi invece, tutti gli abbonamenti extraurbani con partenza/destinazione Verona offriranno al viaggiatore l’accesso all’intera rete urbana. Di fatto quindi, chi finora acquistava l’Integro (tra i quali gran parte degli studenti diretti agli istituti cittadini), avrà un risparmio di 8/11 euro al mese, mentre gli altri spenderanno per il proprio abbonamento 4 euro in più, ma con la considerevole opportunità di potersi muovere in bus in ogni angolo della città. Da sottolineare il sensibile il risparmio previsto sugli abbonamenti ExtraVerona per il secondo e terzo figlio, che daranno accesso all’intera rete urbana senza alcun incremento di prezzo, mentre va sempre ricordata la convenienza degli abbonamenti annuali, che offrono un risparmio del 25-30 per cento rispetto ai mensili.

“È una novità che potrebbe sembrare di relativa importanza – commenta il presidente di ATV Massimo Bettarello – ma che in realtà è di grande valore perché punta a creare un cambiamento di mentalità nell’utilizzo dei mezzi pubblici: dare accesso anche alla rete urbana, ad un prezzo molto contenuto, significa incentivare concretamente i cittadini a prendere in considerazione tutte le opportunità offerte dal servizio di trasporto pubblico».

«Teniamo conto – aggiunge il direttore generale dell’Atv, Stefano Zaninelli – che già dal 2010 abbiamo dato la possibilità agli utilizzatori del biglietto extraurbano di completare il proprio viaggio in città con i mezzi urbani, entro un certo tempo. Ora, grazie al via libera da parte della Provincia all’estensione della validità degli abbonamenti extraurbani in ambito urbano, possiamo rendere veramente efficace l’integrazione del trasporto città/provincia, con il vantaggio non solo di ampliare l’offerta del servizio, ma anche di tenere meglio sotto controllo l’evasione tariffaria».

Articoli Correlati

Coronavirus, nuova ordinanza di Zaia: didattica a distanza per il 75% degli studenti

massimo

Bruxelles, Borchia (Lega): «I fondi del Meccanismo per collegare l’Europa devono tornare ai territori»

massimo

Verona, in municipio la mostra “I ponti in cemento armato”

massimo

Verona, ricatta l’amante per anni facendosi dare 20 mila euro: arrestata

massimo

Meteo, piogge e temporali fino a domani pomeriggio

massimo

Verona, webinar in Università su “Ripensare le città”

massimo