7.7 C
Verona
22 Febbraio 2024
Cronaca In evidenza ultimaora

Verona, 10 persone al Pronto Soccorso in pochi giorni per intossicazione da funghi

In questi giorni, numerosi utenti si sono rivolti al Pronto Soccorso di Borgo Trento per sintomi connessi ad ingestione di funghi raccolti. Il Centro Antiveleni di Verona ha preso in carico 7 persone afferite al Pronto Soccorso di Borgo Trento e altre 3 a quello di Negrar. Di questi, ben tre persone sono risultate positive alla ricerca dell’amanitina, potentissimo veleno presente in specie fungine quali l’Amanita falloide o la Lepiota. Questo veleno è mortale se l’intossicazione non viene prontamente trattata con una serie di farmaci, tra cui anche alcuni antidoti e sottoponendo il paziente ad una terapia pesante e lunga.

Nessuno di questi pazienti aveva fatto controllare da un Micologo esperto i funghi raccolti, errore da non sottovalutare e che può costare conseguenze anche molto gravi. Di concerto con l’Ispettorato Micologico dell’Ulss 9, il Centro Antiveleni di Verona e l’Azienda ospedaliera, raccomandano la massima cautela, specie in questo periodo. I funghi, se commestibili si possono mangiare con serenità, ma prima vanno fatti controllare da un esperto.

Condividi con:

Articoli Correlati

Alta formazione, Cristiano Perale confermato alla guida dell’Its Red Academy

massimo

Verona, Università e Istituto internazionale del marmo uniti per creare un centro di ricerca per valore i rifiuti della lavorazione del marmo

massimo

Sciopero generale venerdì di tutti i settori pubblici e privati deciso dai Cobas: garantiti i servizi essenziali

massimo

San Martino Buonalbergo, colpo da 50mila euro al “10e Lotto”

massimo

Formazione, sette consigli per scegliere al meglio la scuola di inglese per i propri figli

mirco

Come le città italiane si stanno attrezzando per agevolare il nomadismo digitale?

mirco