22.9 C
Verona
11 Agosto 2022
Cronaca In evidenza ultimaora

Verona, 72enne uccide l’amante di 77 anni inscenando una rapina finita male

Un uomo di 72 anni di Verona, Pietro Di Salvo, è stato arrestato oggi con l’accusa di omicidio aggravato per la morte di Fernanda Paoletti, 77 anni, trovata cadavere il 4 giugno scorso dal figlio, legata con una corda al termosifone della sua abitazione.

Una vicenda che è subito sembrata alquanto strana agli uomini della Squadra Mobile scaligera che non hanno creduto né alla rapina finita male né tanto meno al suicidio. Per questo, non era stato reso noto il ritrovamento della donna morta ed erano subito iniziate le imndagini.

Indagini che oggi hanno portato all’arresto in ospedale di Pietro di Salvo che, secondo la ricostruzione degli inquirenti, avrebbe strangolato la donna durante un litigio. Sentendo conoscenti della vittima, infatti, gli agenti sono arrivati a capire che tra i due c’era una relazione e che la donna era intenzionata a rendere pubblico quell’amore. Ma lui non voleva, e l’ha ammazzata.

Dopo averla uccisa, l’uomo ha anche inscenato una rapina finita male, legando la donna con un laccio al collo al termosifone di casa. Poi, tornato nella sua abitazione, si è sentito male ed è stato portato in ospedale dove ora si trova in stato d’arresto.

Condividi con:

Articoli Correlati

Rally, il legnaghese Strabello secondo in classe 4 al “Salsomaggiore Terme”

massimo

Contaminazione da Pfas, Cristina Guarda (EV): «Negli Usa sempre più pressioni per uno screening esteso»  

massimo

Aipo, fase di ispessimento delle olive

massimo

Finanza, “Banche Venete Riunite” chiude la semestrale con l’utile a 5,1 milioni. Iselle nuovo direttore generale

massimo

Politiche 2022, ““+Europa Verona”: «Calenda non rispetta i patti, per questo abbiamo rotto con lui»

massimo

S. Bonifacio, ventenne segregata per giorni in un capannone abbandonato: fugge e fa arrestare l’aguzzino

massimo