25 Gennaio 2021
Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora Verona città

Verona, anziana truffata dalla finta nipote che al telefono chiede soldi perché colpita dal Coronavirus

Solite tattiche, soliti stratagemmi: finti tecnici di luce, gas, energia e anche finti parenti. È accaduto di nuovo ieri. Una anziana signora veronese ha ricevuto nel pomeriggio una telefonata da parte di una ragazza che diceva di essere la nipote e che si trovava in ospedale perché aveva contratto il Corona Virus. Al fine di poter sostenere le spese delle costose cure salvavita, la ragazza le ha chiesto quindi di raccogliere gli oggetti di oro che aveva in casa e di consegnarli a una donna che era rimasta in attesa al piano terra, all’esterno del condominio. La signora, credendo di aver riconosciuto la voce della nipote, ha raccolto tutti gli oggetti in un sacchetto che ha poi consegnato alla donna che l’attendeva.

Rientrando nella sua abitazione, la donna ha ripreso la conversazione telefonica durante la quale l’interlocutrice le ha consigliato di non fare parola con alcuno dell’accaduto. Ma dopo qualche ora, preoccupata per la nipote, la donna ha telefonato a sua figlia che, capito subito della truffa, ha allertato il 113.

La Polizia di Stato, che ha avviato le indagini per identificare i malfattori responsabili di queste truffe, ribadisce ai cittadini di diffidare da falsi operai, tecnici o dipendenti dell’Inps, finti poliziotti, avvocati o sedicenti medici, finti parenti. I consigli rimangono gli stessi: non aprite la porta di casa a sconosciuti, anche se vestono un’uniforme o assumono l’aspetto di distinti professionisti. Verificate sempre con una telefonata da quale servizio sono stati inviati gli sconosciuti che bussano alla vostra porta e per quali motivi. Se non ricevete rassicurazioni non aprite per nessun motivo. Non credete alle telefonate di finti parenti che chiedono denaro o altri beni.

Articoli Correlati

Verona, nasce la “Buona Destra”: «Con Zaia contro Salvini e Meloni»

massimo

Caso Pfas, trenta le parti civili ammesse dal Tribunale di Vicenza

massimo

Legnago, Orietta Bertolaso nuovo assessore a Politiche Sociali, Famiglia, Istruzione e Lavoro

massimo

Parte con 65 allievi il nuovo corso della Scuola di Polzia di Peschiera del Garda

massimo

Covid, Zaia conferma: «Pronti a riaprire le scuole superiori in Veneto dal 1° febbraio»

massimo

Verona, Borchia (Lega) sull’aeroporto: «Save nomini un amministratore dedicato al Catullo»

massimo