29.3 C
Verona
13 Agosto 2022
Cronaca In evidenza ultimaora

Verona, appello dell’Ordine degli Agronomi e Forestali: «No a ulteriore consumo di suolo»

«Tutelare il più possibile i terreni naturali e agricoli dal consumo del suolo che aumenta il già elevato rischio idraulico nelle zone della provincia veronese in occasione di temporali, nubifragi e bombe d’acqua che il terreno non riesce ad assorbire». L’appello lo lancia, oggi, Lorenzo Tosi, presidente dell’Ordine dei dottori agronomi e dottori forestali di Verona, che non nasconde la preoccupazione per l’aumento di consumo del suolo nella provincia scaligera come emerge nell’annuale rapporto dell’Ispra pubblicato nei giorni scorsi.

«Più terreno cementificato – spiega Tosi – significa non solo meno verde ma anche più suolo impermeabile e quindi pericoloso dati i cambiamenti climatici in atto con una tendenza alla tropicalizzazione e il moltiplicarsi di eventi estremi. La normativa a tutela delle aree naturali, e delle zone agricole, è presente da anni ed è articolata sia a livello nazionale che regionale. Ogni comune, inoltre, nella realizzazione del proprio piano di assetto territoriale, ha dei vincoli nell’assegnare nuove aree destinate all’urbanizzazione».

«Come Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali di Verona, – aggiunge il presidente Tosi – sentiamo la responsabilità di tecnici chiamati ad operare anche in questo contesto. Crediamo che ad una normativa necessaria per dettare a priori delle regole, debba affiancarsi una sensibilità al tema delle risorse non rinnovabili e quindi anche al tema della riduzione di suolo. Il concetto da valorizzare, non è certo il divieto di utilizzo di suolo vergine a priori, ma di prestare un’attenzione molto oculata a valutare il riutilizzo e la rigenerazione di aree già urbanizzate. Da considerare che vi sono molte aree industriali dismesse da poter recuperare, prima di considerare la trasformazione in area edificabile di suoli non ancora impermeabilizzati».

Condividi con:

Articoli Correlati

Olivicoltura, video dell’Aipo: olive entrate nella fase di inolizione

massimo

Sanità, la Cgil denuncia: «La diagnostica biologica del Centro trasfusionale di Bussolengo spostata a Borgo Roma»

massimo

Verona, al “Mura Festival” il reggae dei “Niu Tennici in Roots of San Bernardin”

massimo

Zaia ricorda Augusto Salvadori: «Un veneziano innamorato fino in fondo della sua città»

massimo

San Giovanni Ilarione, arrestato il 61enne: era tornato a casa pistola in pugno

massimo

San Giovanni Ilarione, il pensionato che ha sparato all’ex moglie senza colpirla è in fuga armato

massimo