15.2 C
Verona
3 Marzo 2021
Cronaca In evidenza ultimaora

Verona, approvato l’acquista delle “Case Azzolini” da parte di Agec

Approvato dal consiglio comunale di Verona, ieri sera, giovedì 26 novembre, con 28 voti favorevoli e 7 contrari, l’acquisto da parte del Comune, tramite Agec, del complesso immobiliare “Case Azzolini”. La proprietà, attualmente in mano all’Inps (già Inpdap), presente a Borgo Roma, tra via S. Giacomo e via Capodistria, è costituita da 180 unità residenziali, oltre a circa 200 garages, disposte su 9 fabbricati. Per l’acquisizione saranno corrisposti da parte di Agec all’Inps complessivi 8.580.614 euro.

Attualmente Agec gestisce il complesso edilizio per conto del Comune, al quale corrisponde la quota del canone annuo di servizio pari ad 26.416 euro, mentre l’azienda introita dagli inquilini delle unità un importo annuo pari 570.000 euro.

«Un’operazione sociale che il Comune attende di concludere da diversi anni, che dà risposta ai 180 nuclei famigliari oggi residenti nell’immobile – precisa il neoassessore alle Aziende partecipate, Stefano Bianchini –. Finalmente, a fronte di una proposta di acquisto congrua da parte di Inps, l’ente comunale ne ha predisposto un piano di acquisto da rendere effettivo entro il 1° dicembre».

Preoccupare per l’importo finanziario dell’operazione le minoranze. «Il rischio è che Agec si ritrovi con un appesantimento economico che ne comprometta le proprie attività. Il rammarico, al di là del valore sociale dell’operazione, è che non si sia valutato l’impatto negativo che si rischia di generare nei confronti della società partecipata», ha detto Michele Bertucco (Sinistra in Comune).

«Si tratta indubbiamente di una proposta di acquisto interessante, con una forte utilità sociale. Il problema è come questa operazione è stata gestita e quanto la vendita nuocerà sugli equilibri economici di Agec», ha sottolineato anche Federico Benini (Pd).

Mentre per Carla Padovani (Gruppo misto) si tratta di «un’occasione importante per la città, dalla forte valenza sociale, visto l’alto numero di famiglie che risiedono in questo complesso immobiliare. Sicuramente una delibera che va fatta».

Articoli Correlati

Verona, farmacisti truffati da falsi funzionari della Camera di Commercio

massimo

Missioni: Rebecca, 28 anni, in Sud Sudan con Medici con l’Africa Cuamm

massimo

Lotta al Covid, l’ospedale di Negrar diventa centro vaccinale per la popolazione

massimo

Vitivinicoltura, da oggi il Soave ha il suo “Protocollo sull’uso sostenibile dei prodotti fitosanitari”

massimo

Peschiera del Garda, 2 arresti e 1 chilo di eroina sequestrati dalla Guardia di Finanza

massimo

Inquinamento, le Mamme No Pfas scrivono al ministro Cingolani: «Chiediamo limiti Zero»

massimo