24.2 C
Verona
18 Agosto 2022
In evidenza Spettacoli & cultura Spettacoli & cultura ultimaora Verona città

Verona, apre la mostra del pittore Zangrandi curata dalla coop “D-Gusto”

Zangrandi La Sberla

Domani, sabato 23 gennaio alle 18 nella chiesa di Santa Maria della Giustizia Vecchia in piazza a San Zeno, a Verona, verrà inaugurata la mostra di opere del pittore Domenico Zangrandi, organizzata dalla cooperativa sociale “D-Gusto” e promossa dall’assessorato ai dervizi sociali del Comune di Verona.

L’esposizione, che resterà visitabile gratuitamente fino al 13 marzo, sarà ospitata negli spazi Ater della Galleria d’Arte Giustizia Vecchia, gestiti da persone in difficoltà e con disabilità seguite dalla cooperativa sociale “D-Gusto”, insieme al corner commerciale con prodotti artigianali ed enogastronomici, realizzati da piccoli produttori di eccellenza del territorio veronese. Negli spazi ha sede anche la Condotta Slow Food di Verona.

L’iniziativa è stata illustrata questa mattina a palazzo Barbieri dall’assessore ai Servizi sociali Anna Leso insieme al presidente della cooperativa sociale D-Gusto Massimo Cauchioli, alla moglie dell’artista Nerea Zangrandi, alla fiduciaria Condotta Slow Food Antonella Bampa e a Lucio De Conti di Ater Verona.

«Sarà possibile ammirare una significativa selezione dei lavori di questo grande protagonista della seconda metà del ‘900 – ha spiegato l’assessore – tra i quali il “San Franceso e il lebbroso”, ora situato nell’abitazione di Sua Santità Papa Francesco. L’esposizione sarà un modo per ricordare ancora una volta l’importanza di questo luogo e di come il lavoro di persone con disabilità sia in grado di promuovere cultura e bellezza, attraverso una collaborazione tra istituzioni come Comune e Ater, realtà del Terzo Settore come cooperativa D-Gusto e Slow Food e con il sostegno di Fondazione Cattolica».

Domenico Zangrandi è stato attivo per tutta la seconda metà del ‘900 e le sculture, i dipinti e i disegni, esposti nella Galleria Giustizia Vecchia, alcuni inediti, coprono tutto l’arco della sua ricerca artistica, dal 1950 al 1999. È stato allievo dei maestri Nardi, Trentini e Girelli e si caratterizza da un inizio legato al surrealismo, da giovanissimo, e una maturità dove prevalgono la religiosità e un’apertura ai problemi sociali.

La mostra sarà visitabile gratuitamente dal martedì alla domenica dalle 10 alle 19,30.

 

Condividi con:

Articoli Correlati

Calcio&Media, Cantina di Soave in Serie A col Monza di Berlusconi

massimo

Sona, a fuoco allevamento di polli: nube di fumo visibile da Verona

massimo

S. Giovanni Lupatoto, 51enne di San Pietro di Morubio si capotta con l’auto in Transpolesana

massimo

Ciclismo, il Team Autozai Petrucci Contri ingaggia Lorenzo Cordioli e Tommaso Zandonà

massimo

Rivoli Veronese, è un 71enne di Trento il ciclista deceduto dopo essere stato investito da un furgone

massimo

Politiche 2022, tra i papabili candidati della Lega anche la ceretana Lara Fadini

massimo