17.4 C
Verona
22 Maggio 2024
Cronaca In evidenza ultimaora

Verona, arresti per droga, risse e resistenza a pubblico ufficiale sul bus 138

La Polizia Locale ha intensificato la presenza nel piazzale XXV Aprile a Verona, davanti alla stazione, a tutela degli utenti del trasporto pubblico, a seguito della presenza sulla linea “138” di soggetti particolarmente violenti, provenienti e diretti a San Giovanni Lupatoto, Zevio e Albaredo d’Adige.

Nella serata di mercoledì, grazie alla presenza di una pattuglia del Reparto Motorizzato si è evitato che un cittadino marocchino, 23enne, sotto effetto di alcol e droga, provocasse ferite a connazionali, dopo aver tentato di aggredire con una bottiglia di vetro alcuni connazionali. L’uomo ha tentato violentemente di sottrarsi all’arresto, a tal punto che ha ferito tre agenti, con rispettivamente 15, 7 e 4 giorni di prognosi, continuando anche al Comando di via del Pontiere nell’atteggiamento aggressivo e violento, distruggendo anche la porta della camera di sicurezza. Anche in udienza davanti al giudice ha proseguito tale atteggiamento, a tal punto da obbligare lo svolgimento dell’udienza di convalida senza la presenza dell’arrestato, che ha costretto altri 5 agenti ad intervenire in Tribunale. È stato convalidato l’arresto e disposta la misura cautelare del carcere, viste anche precedenti condanne e la totale mancanza di autocontrollo, come scritto nella ordinanza del Tribunale.

Sempre nella zona del piazzale le Unità cinofile hanno sequestrato 130 gr. di hashish, nascosti nei giardini, sotto dei sassi. Infine, sempre grazie ai servizi preventivi sulla linea “138” sono stati segnalati alla Procura della Repubblica, tre giovani, due albanesi e un pachistano, per una rissa iniziata in zona Pradaval per futili motivi e proseguita sul bus, dove a bordo però c’erano gli agenti che sono prontamente intervenuti, bloccando gli autori e identificando numerose persone. A supporto degli avvenimenti in zona Stazione e a bordo del bus, sono state fondamentali le telecamere collegate con la centrale operativa di via del Pontiere.

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, incontro sull’Autonomia differenziata con Paolo Borchia e il ministro Calderoli

massimo

San Bonifacio, alzato il ponte della Motta per far passare l’Alpone in piena

massimo

Maltempo, Soave conta i danni con oltre 170 abitazioni allagate fino al piano terra, una cantina devastata e 11 frane

massimo

San Pietro di Morubio, un morto nel ribaltamento di un’auto

massimo

San Bonifacio e Soave, attenti a finti tecnici di Acque Veronesi

massimo

Ciclismo, Magagnotti (Autozai Contri) secondo tra i giovani in Nations Cup

massimo