27.9 C
Verona
2 Agosto 2021
In evidenza Politica Politica ultimaora Verona città

Verona, assemblea pubblica del centro sinistra in vista delle amministrative 2022

Un’assemblea pubblica per scrivere insieme un progetto di costruzione della Verona di domani. È la proposta che arriva dalle due civiche di centro sinistra “Verona in Comune” e “Sinistra in Comune”, rappresentate oggi in consiglio comunale a Verona da Michele Bertucco, che hanno organizzato per venerdì 18 giugno, alle 18,30 al Parco Ottocento di Boscomantico (ex forte di Parona) un’assemblea aperta, per coinvolgere cittadinanza, realtà associative e culturali, comitati territoriali e di quartiere.

«Un’assemblea partecipata, per iniziare un percorso collettivo e condiviso, che faccia incontrare le esperienze di tutte e tutti, persone singole, realtà collettive e partiti che vogliano mettersi in gioco per sognare e disegnare insieme una città progressista, ambientalista, femminista e antifascista – sottolinea Bertucco -. Una Verona coraggiosa, che metta al centro le persone e i loro diritti».

L’assemblea è convocata da coloro che hanno scritto e condiviso il documento politico cui aderire, formando un Comitato promotore che mette insieme chi si è candidato in città per le scorse elezioni regionali nella lista del Veneto che vogliamo: il consigliere comunale Michele Bertucco, Francesca Bragaja e Jessica Cugini; le consigliere e i consiglieri di circoscrizione eletti nelle liste di Verona e Sinistra in Comune: Marco De Pasquale, Stefania Marini, Francesco Premi, Giorgio Righetti, Jack Salbego e Cristina Stevanoni; le realtà politiche di Sinistra Italiana, Articolo Uno e Possibile.

Dopo gli interventi di Elena Ostanel, consigliera regionale del Veneto che vogliamo, di Elly Schlein, vicepresidente della Regione Emilia Romagna, Paolo Perenzin, sindaco di Feltre, verrà illustrato

il lavoro dei rappresentanti di Verona in Comune e Sinistra in Comune, svolto in consiglio comunale e nelle circoscrizioni. E da qui si partirà per arrivare ad insieme «un progetto condiviso, che metta al centro le persone e i loro bisogni, soprattutto alla luce di quelle diseguaglianze economiche, sociali ed educative che la pandemia ha contribuito a mettere in risalto e a solcare ulteriormente, in vista dell’appuntamento elettorale delle prossime amministrative», dicono gli organizzatori.

Durante questa prima assemblea verrà eletto un Coordinamento politico, nel rispetto della parità̀ di genere, tra le persone che hanno sottoscritto l’appello e che lo sottoscriveranno in seguito. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito www.verona2022sicambia.it e, il giorno dell’assemblea, nel banchetto all’ingresso.

Condividi con:

Articoli Correlati

Sommacampagna, la sezione Fidas di Caselle festeggia il 50° con una stele dedicata ai donatori

massimo

Legnago, donate dal Rotary Club due tensostrutture alla “Piccola Fraternità” di Porto

massimo

Ciclismo, Pasquotto (Riboli) settimo a Casciano Terme. Nuova caduta per Disconzi

massimo

San Zeno Montagna, con la moto contro un’auto: un ferito grave e due lievi

massimo

Nogara, si ribaltano con l’auto: tre feriti gravi

massimo

Pescantina: maltratta i genitori per oltre un anno: arrestato

massimo