8 C
Verona
7 Dicembre 2022
Economia In evidenza ultimaora

Verona, Borchia (Lega) sui divieti di transito al Brennero: «Attacco al cuore economico del Paese»

«L’ordinanza del Tirolo che dal 1 gennaio cambia le regole del transito notturno dei mezzi pesanti al valico del Brennero è un attacco al cuore economico dell’Italia e in particolare al Nord Est. Un danno pesantissimo all’export nazionale e regionale e al settore dell’autotrasporto, che mette a dura prova la nostra economia. Tutto questo con la complicità dell’Europa, che non è ancora riuscita a risolvere la questione e del Governo italiano, totalmente assente».

A lanciare l’allarme e l’accusa è stato, oggi, l’europarlamentare veronese della Lega, Paolo Borchia, nel tavolo tecnico tenuto a Verona sul tema con la vicepresidente della Regione, Elisa De Berti, l’assessore al commercio del Comune di Verona, Nicolò Zavarise e le associazioni di categoria Confartigianato e Fai.

Al centro della protesta la decisione dell’Austria, «palesemente discriminatoria», spiega l’europarlamentare, di vietare con l’inizio del 2021 il transito notturno dei camion, escludendo dal provvedimento solo i mezzi non inquinanti ad idrogeno, i full electric (che sono ancora dei prototipi) e persino i nuovi euro 6. «Una misura assurda, che però non vale per i mezzi austriaci e fino al 2022 a quelli in arrivo dalla Svizzera – dice Borchia -. Il Brennero è il punto di transito del 70% dell’export nazionale con 39 milioni di tonnellate di merci trasportate su strada per un valore complessivo di merci esportate di 90 miliardi di euro. Una misura che tra l’aumento dei tempi di trasporto, i maggiori costi e la concorrenza delle aziende tirolesi causerà un calo della competitività con effetti pesantissimi sul settore dell’autotrasporto veneto e nazionale».

«Non è un problema tra Italia e Austria – riprende Borchia, coordinatore della Commissione Industria al parlamento europeo – è un tema che coinvolge tutta l’Unione, con una chiara e palese violazione dei trattati. La Commissione ci ha già dato ragione ma non sta facendo nulla contro un provvedimento che mira chiaramente a colpire l’Italia».

«Il Governo deve battere i pugni – gli fa eco la vicepresidente della Regione, Elisa De Berti -. Il 10% del totale delle merci italiane passa dal Brennero, il Veneto è centrale nei corridoi europei e il trasporto è l’anima dell’economia nazionale e in particolare del Nord-est. Le necessità ambientali di una regione, come è il Tirolo, non possono pesare in maniera così importante sull’economia di un paese. Serve equilibrio e buon senso».

Sulla stessa linea gli esponenti del settore trasporto, presenti il vicepresidente di Confartigianato, Giandomenico Franchini e Moreno Santarosa, presidente Fai: «Ennesimo balzello che grava sulle nostre teste da parte del Tirolo. Ringraziamo l’Onorevole Paolo Borchia per l’invito e per l’iniziativa politica in sede europea che recepisce l’indignazione che da tempo Confartigianato e tutto il mondo dell’autotrasporto italiano dimostrano verso questa situazione – ha detto Franchini -. Il recente provvedimento di limitazione del traffico pesante messo in atto dal Tirolo è solo l’ultimo di una lunga serie: l’ennesima presa in giro nei confronti dell’Italia, che viola i principi base comunitari col solo intento di danneggiare, non solo i nostri autotrasportatori, ma l’intera economia italiana. È una situazione non più tollerabile: il governo italiano e le istituzioni europee devono intervenire».

«Ora – ha concluso Borchia – l’azione politica della Lega in Europa sarà quella di fare pressione coinvolgendo sul tema tutti gli stati membri e obbligando ad una risposta in plenaria su un caso evidente di malfunzionamento del mercato interno».

Condividi con:

Articoli Correlati

S.Bonifacio, l’ex ospedale passerà al Comune che darò all’Ulss il terreno per la Casa della Comunità

massimo

Legnago, oltre 80 imprenditori alla serata organizzata dall’europarlamentare Borchia sule politiche Ue per l’energia

massimo

Verona, incidente tra due auto in corso Cavour con un ferito grave

massimo

Sona, finisce con l’auto contro un albero: è in gravi condizioni

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Sanità, domani sera su Report un’inchiesta sulla situazione di ospedali e pronto soccorsi in Veneto

massimo