4.6 C
Verona
6 Febbraio 2023
In evidenza Spettacoli & cultura ultimaora

Verona, da mercoledì parte il Festival Jazz al Teatro Romano

Verona Jazz apre il suo storico festival, arrivato alla 46. edizione, che celebrerà gli 80 anni del maestro Rava. Mercoledì 19 giugno con un omaggio alle origini del jazz con lo spettacolo “Storyville Story”, dal nome del quartiere di New Orleans dove all’inizio del Novecento il jazz divenne famoso, parte la rassegna al Teatro Romano. “Storyville Story” vedrà sul palco Mauro Ottolini al trombone, Fabrizio Bosso alla tromba, Paolo Birro al pianoforte, Glauco Benedetti al sousaphone, Paolo Mappa alla batteria e la voce di Vanessa Tagliabue Yorke. Una ensemble di stelle del jazz contemporaneo che condurrà gli spettatori in un viaggio musicale alla scoperta di New Orleans, della sua musica e dei musicisti che ne fecero la storia.

Dopo la “Storyville Story” arriveranno altri due mostri sacri del panorama Jazz italiano: il trombettista logudorese Paolo Fresu e il violoncellista palermitano Giovanni Sollima, che saranno insieme sul palco in un’anteprima assoluta. Lo spettacolo “Two Islands”, dedicato a Sardegna e Sicilia, le due isole che legano i due strumentisti che rifiutano entrambi quelle distinzioni pretestuose tra “jazz” e “classico”. Un incontro che parla di crocevia, porti di approdo, miti, leggende, che si intrecciano in modo inestricabile con gli elementi e con la natura: “l’acqua che scorre” per Fresu; l’albero dal quale nasce la voce del suo strumento per Sollima (When we were Trees).

Si continua con un altro grandissimo del jazz mondiale: Enrico Rava che il 21 giugno a Verona porta il suo “80th Anniversary – World Tour 2019” per un compleanno speciale. Sono passati ormai più di 50 anni da quando Rava apparve, dapprima sulla scena italiana e poi in
quella mondiale, collaborando con artisti del calibro di Gato Barbieri e Steve Lacy, con cui passò una breve stagione a Buenos Aires. Poi venne il lungo soggiorno a New York dove incontrò e collaborò con artisti come Roswell Rudd, Carla Bley, John Abercrombie, Cecil Taylor. Negli anni Settanta il rientro in Italia, l’incontro con l’Opera e quello con il Pop di Michael Jackson, e la sua predisposizione a scoprire giovani talenti. Giunto alla soglia degli 80 anni, che compirà in questo 2019, Rava ha voluto pensare ad una Special Edition, raggruppando i musicisti che più gli sono stati vicino, per rivisitare i brani più significativi della sua carriera. Con lui tromba e flicorno, sul palco con Rava Gianluca Petrella, trombone; Giovanni Guidi, pianoforte; Francesco Diodati, chitarra; Gabriele Evangelista, contrabbasso; Enrico Morello, batteria.

Si chiude il 24 giugno con la Glenn Miller Orchestra, diretta da Wil Saldene, l’ensemble jazz e swing più famoso al mondo, che si esibirà in “Jukebox Saturday Night”, un grande classico di Glenn Miller registrato nel 1942 che è anche il titolo del nuovo album della strepitosa “Orchestra” e che fa rivivere il mito di una delle figure più carismatiche della musica del Novecento, tragicamente scomparso con il suo aereo nel 1944 sul Canale della Manica, mentre andava a portare la sua musica ai soldati dell’esercito alleato sul fronte francese.

Condividi con:

Articoli Correlati

Scoperto un lavoratore “in nero” e multe per 80 mila euro dei Carabinieri dell’Ispettorato del Lavoro in 5 attività commerciali

massimo

Legnago, al liceo Cotta la testimonianza sui lager nazifascisti del rodigino Bonomi

massimo

Soave, per il Giorno del Ricordo lo spettacolo “Mili muoi – L’esodo dei miei” di e con Carlo Colombo

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Volley, a San Bonifacio il Montecchio batte la Sigel Marsala in tre set

massimo

Verona, va in fiamme l’auto: illesi gli occupanti soccorsi dai Vigili del fuoco

massimo