17 C
Verona
23 Maggio 2024
Cronaca In evidenza ultimaora

Verona, domani e lunedì gli eventi per il 41 anni dalla strage alla stazione di Bologna

Verona ricorda la strage di Bologna partecipando agli eventi nella città emiliana con il gonfalone del Comune mentre all’Università verrà inaugurato un murale dedicato a Davide Caprioli, vittima veronese della strage alla stazione Centrale che costò 85 morti e 200 feriti per una bomba messa dal gruppo sovversivo di estrema destra dei Nar (Nuclei armati rivoluzionari) e per la quale sono stati condannati in via definitiva Francesca Mambro e Giusva Fioravanti come esecutori della strage.

Lunedì 2 agosto, in occasione del 41° anniversario della strage alla stazione di Bologna, Verona sarà presente alla cerimonia nel capoluogo emiliano. L’amministrazione comunale sarà rappresentata dal consigliere con delega all’Anticorruzione Roberto Simeoni. Nella strage, che avvenne alle 10,25 del 2 agosto 1980, persero la vita 85 persone, tra cui il giovane veronese Davide Caprioli. A lui, sempre lunedì 2 agosto, alle 12.30, nell’atrio del polo umanistico con accesso dal Chiostro san Francesco, dell’Università di Verona, verrà dedicato un murale, opera dell’artista Andrea Tarli, alla presenza del Magnifico Rettore, Pier Francesco Nocini, del presidente del Consiglio degli Studenti, Stefano Ambrosini, e di Cristina Caprioli, sorella di Davide. Caprioli, studente dell’allora facoltà di Economia e Commercio dell’università di Verona, perì nella strage terroristica avvenuta 41 anni fa alla stazione centrale di Bologna.

Il momento clou della commemorazione sarà lunedì 2 agosto in stazione a Bologna. Alle 10.10, interverrà il Presidente dell’Associazione Familiari Vittime della Strage alla Stazione di Bologna, Paolo Bolognesi, mentre alle 10.25, ci sarà il Triplice fischio del treno, seguito dal minuto di silenzio in memoria delle Vittime. Prenderà poi la parola il sindaco di Bologna e della Città metropolitana Virginio Merola. Successivamente, alle 10,50, verranno deposte le corone al cippo che si trova al Primo binario, che ricorda anche il sacrificio del ferroviere Silver Sirotti, deceduto nella strage del treno Italicus.

Subito dopo la cerimonia di commemorazione, alle 11.15 partirà il treno straordinario per San Benedetto Val di Sambro e si deporranno le corone alle lapidi che ricordano le Vittime degli attentati ai treni Italicus e 904 Napoli – Milano, con interventi del Sindaco di San Benedetto Val di Sambro Alessandro Santoni, della presidente dell’Associazione Familiari Strage Treno 904 Napoli – Milano Rosaria Manzo e di un Consigliere delegato della Città metropolitana di Bologna. Sempre alle 11.15 alla Chiesa di San Benedetto in via dell’Indipendenza, l’Arcivescovo di Bologna S.Em. Cardinale Matteo Maria Zuppi, celebrerà una Santa Messa.

La giornata di commemorazione di concluderà alle 21,15 in Piazza Maggiore a Bologna dove ci svolgerà la 27^ edizione del Concorso internazionale di composizione “2 agosto”, dedicato a partiture per orchestra. Si esibirà l’orchestra del Teatro Comunale di Bologna diretta da Marco Angius. Il programma vedrà l’esecuzione di “Nelle pieghe” di Francesco Vitucci (Italia), primo premio, “Fluo” di Cesare Rolli (Italia), secondo premio e “Pezzetti di nebbia” di Krystian Neścior (Polonia) terzo premio. A seguire “Orpheus”, omaggio a Igor Stravinsky (1882-1971) a 50 anni dalla morte. Il concerto sarà trasmesso in diretta su Rai 5 e Rai Radio 3.

 

Condividi con:

Articoli Correlati

Meteo, nuovo allarme per forti piogge su tutto il Veneto dal pomeriggio a domani

massimo

Verona, convegno per i 60 anni dalla morte dell’archeologo Francesco Zorzi, primo direttore del Fioroni

massimo

Legnago, l’amministrazione uscente nomina il nuovo consiglio di amministrazione di Fondazione Fioroni

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Valpolicella, approvato il bilancio del Consorzio di tutela della Doc: 3,8 milioni di fatturato

massimo

Verona, domenica a Villa Buri la “Festa dei Popoli” con tema “In cammino per la pace”

massimo