5 C
Verona
6 Febbraio 2023
Cronaca In evidenza ultimaora

Verona, due giorni di convegni in Gran Guardia per i 50 anni della Cardiologia Veronese

Inizia domani, giovedì 29 novembre, la due giorni di convegni internazionali organizzati in Gran Guardia, a Verona, per celebrare i 50 anni della Cardiologia Veronese. Presenti i più prestigiosi cardiologi del Veneto e molti altri esperti nazionali ed internazionali.

La mattina del giovedì 29 verrà dedicata alla presentazione dei progetti e dei risultati della ricerca svolta a Verona da parte dei giovani ricercatori della scuola di specialità in cardiologia. Nel pomeriggio, i medici in staff della Cardiologia illustreranno i diversi aspetti dell’assistenza ai pazienti ambulatorali e degenti, con una descrizione dei risultati e dei progetti assistenziali futuri. I colleghi invitati da altre Università contribuiranno con il loro punto di vista sul futuro dell’educazione e dell’assistenza in Medicina Cardiovascolare in Italia e nel mondo.

Seguirà uno spazio dedicato a raccontare la storia di questi primi 50 anni e dei suoi protagonisti, per concludersi con una tavola rotonda intitolata “I prossimi 50 anni della Cardiologia di Verona: idee e progetti a confronto” alla quale parteciperanno autorità del mondo medico, politico, accademico ed economico della nostra città.

Venerdì 30 mattina si parlerà di cardiologia pediatrica, di aritmie e dell’importanza della ricerca clinica e dell’umanizzazione delle cure, come sottolineato dalle letture magistrali dei Professori dell’Università di Oxford, Mosca, Milano e Galway.

Nel pomeriggio, a partire dalle ore 14,  verranno proiettati e discussi con gli esperti casi eseguiti nelle nostre sale di cardiologia interventistica, in particolare si parlerà di interventi percutanei mini-invasivi di angioplastica coronarica di alta complessità e di stents, sostituzioni valvolari aortiche trans-catetere (TAVI), riparazioni percutanee di valvola mitralica e di supporto meccanico al circolo in pazienti in shock cardiogeno.

Il convegno si chiuderà nel tardo pomeriggio con la lettura magistrale del Professor Gaetano Thiene, professore emerito della Università di Padova che, partendo dalle antiche origini della malattia cardiaca e lo scompenso cardiaco, come descritta ai tempi dell’imperatore Adriano, racconterà lo straordinario percorso che si concluse con il primo trapianto di cuore fatto in Italia, in Veneto, ancora oggi esempio ed orgoglio della medicina del nostro Paese. L’evento è aperto a tutti.

La Cardiologia nasce a Verona su spinta del professor Arrigo Poppi che intuì con lungimiranza le prospettive di crescita e di sviluppo della cardiologia e nel 1968 inaugurò l’Unità di Cure Intensive Cardiologiche, seconda in Italia dopo Torino.

Condividi con:

Articoli Correlati

Ulss 9, il nuovo presidente della Conferenza dei sindaci è Luisa Ceni

massimo

Scoperto un lavoratore “in nero” e multe per 80 mila euro dei Carabinieri dell’Ispettorato del Lavoro in 5 attività commerciali

massimo

Legnago, al liceo Cotta la testimonianza sui lager nazifascisti del rodigino Bonomi

massimo

Soave, per il Giorno del Ricordo lo spettacolo “Mili muoi – L’esodo dei miei” di e con Carlo Colombo

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Volley, a San Bonifacio il Montecchio batte la Sigel Marsala in tre set

massimo