6.4 C
Verona
3 Febbraio 2023
Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora Verona città

Verona, due ventenni arrestati dalla Mobile con 100 grammi di droga

Due giovani veronesi, S.D. e C.J., rispettivamente di anni 24 e 26, entrambi domiciliati a Verona, sono stati arrestati ieri dalla Squadra Mobile della Questura di Verona per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Le indagini si sono aperte a seguito di attendibili informazioni raccolte dagli agenti in merito ad una presunta attività di spaccio nella zona di Borgo Milano, a Verona. Dopo alcuni servizi di appostamento, i poliziotti sono riusciti ad identificare un soggetto e sono stati in grado di individuare la via esatta dell’abitazione dell’uomo ritenuto il baricentro dell’attività di spaccio, riscontrando un andirivieni di persone che, più volte durante la giornata, incontravano S.D., per un tempo relativamente breve, all’interno del suo appartamento.

Nella mattinata di ieri gli agenti hanno fatto irruzione nell’alloggio, all’interno del quale, oltre all’uomo, era presente anche l’inquilina. Nella stessa stanza, sopra un tavolo, i poliziotti hanno rinvenuto un totale di circa 100 grammi di droga. In particolare, sono stati sequestrati un blocco di hashish di 72,74 grammi, altri 9 pezzi della stessa sostanza avvolti, separatamente, in cellophane trasparente, e tutti contenuti all’interno di un pacchetto di fazzoletti di carta per un totale di 7,4 grammi. Ulteriori 6,59 grammi di hashish, suddivisi in 6 pezzetti sigillati sono stati rinvenuti all’interno di un vasetto di vetro. Separati, ma sempre sopra lo stesso tavolo, sono stati ritrovati un “sasso” da 0,31 grammi di eroina e 17 involucri termosaldati contenti un totale di 7,95 grammi di “Mdma”, cioè ecstasy. Sul tavolo, anche due bilance di precisione per la pesatura della droga ed un post-it con annotazioni riferibili a cifre di denaro e unità di misura, da ricondurre, con ogni probabilità, a transazioni illecite eseguite.

La perquisizione domiciliare ha condotto, poi, gli agenti al sequestro di 1350 euro occultati all’interno di una custodia per Cd riposta in un mobile della sala da pranzo. Le circostanze accertate hanno condotto gli agenti della sezione antidroga all’arresto dei due giovani, entrambi di fatto domiciliati nello stesso appartamento e, pertanto, responsabili in concorso del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ad essi contestato.

I due, già gravati da precedenti specifici, sono comparsi questa mattina davanti al giudice che, in sede di direttissima, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto nei confronti di S.D. gli arresti domiciliari, mentre nei confronti della ragazza ha applicato la misura della custodia cautelare in carcere.

Condividi con:

Articoli Correlati

Pressana, è un cinquantenne la vittima sul lavoro morto cadendo nella cisterna di un’azienda

massimo

Pressana, muore cadendo in una cisterna: ennesima vittima sul lavoro

massimo

Ferrara del Monte Baldo, disperso in Vajo dell’Orsa recuperato ieri sera a tarda ora dai Vigili del fuoco

massimo

Borchia (segretario provinciale Lega): «Approvato il decreto sull’Autonomia. Giornata storica»

massimo

Pallavolo, da domenica al Palaferroli di S. Bonifacio l’Unione Volley si gioca il campionato in sette gare

massimo

Scuola&Formazione, boom di partecipanti a “Orientiamoci insieme” della Camera di Commercio di Verona

massimo