0.3 C
Verona
3 Febbraio 2023
Cronaca In evidenza ultimaora

Verona, folle fuga in auto nella notte con il guidatore ubriaco: due fratelli in manette

Era ubriaco al volante ed ha deciso, così, di fuggire per sottrarsi al controllo di Polizia: è accaduto la scorsa notte, intorno alle 3,15 del mattino, sulla strada Bresciana. Valerio Le Pera, trentunenne originario di Catanzaro ma residente in provincia di Verona, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per guida in stato di ebbrezza e tratto in arresto dagli agenti delle Volanti per resistenza a Pubblico Ufficiale e Danneggiamento. Simile sorte è toccata anche al fratello ventunenne Giuseppe, passeggero a bordo dell’auto che, dopo un rischioso inseguimento, è stata bloccata dagli operatori di Polizia della Questura di Verona.

L’arresto è scaturito da un accertamento effettuato durante la consueta attività di pattugliamento del territorio: transitando sulla Strada Regionale 11, gli agenti decidevano di procedere al controllo di due uomini che, a bordo di una Citroen, si dirigevano, con andatura incerta, verso il centro cittadino. Le Pera Valerio, conducente dell’auto, dopo aver accostato, metteva di nuovo in moto il veicolo e si allontanava repentinamente in direzione di corso Milano; iniziava così un rischioso inseguimento ad alta velocità che si concludeva, dopo innumerevoli infrazioni al codice della strada, all’altezza dell’intersezione stradale tra via San Francesco e via Salazzari. Proprio qui, gli agenti riuscivano ad affiancare l’auto in corsa che, con l’intento disperato di proseguire la fuga, veniva indirizzata dal conducente contro la fiancata destra della Volante. Nonostante i ripetuti tentativi di trovare un varco libero, i due uomini venivano bloccati, grazie anche all’ausilio di altre tre pattuglie dirottate sul posto.

Fatti scendere dal veicolo, entrambi i fermati, palesemente ubriachi, cercavano di sottrarsi al controllo scagliandosi contro gli agenti intervenuti. L’evidente stato di alterazione, derivante dall’assunzione eccessiva di bevande alcoliche, rendeva impossibile l’espletamento di accertamenti in loco ed induceva, pertanto, i poliziotti ad accompagnare i due uomini presso gli Uffici di Polizia.

Condividi con:

Articoli Correlati

Pressana, muore cadendo in una cisterna: ennesima vittima sul lavoro

massimo

Ferrara del Monte Baldo, disperso in Vajo dell’Orsa recuperato ieri sera a tarda ora dai Vigili del fuoco

massimo

Borchia (segretario provinciale Lega): «Approvato il decreto sull’Autonomia. Giornata storica»

massimo

Pallavolo, da domenica al Palaferroli di S. Bonifacio l’Unione Volley si gioca il campionato in sette gare

massimo

Scuola&Formazione, boom di partecipanti a “Orientiamoci insieme” della Camera di Commercio di Verona

massimo

Terrazzo, dalla Regione 4 milioni per ridurre il rischio idrogeologico su due sponde dell’Adige

massimo