12.1 C
Verona
2 Marzo 2024
Cronaca In evidenza ultimaora

Verona, Hellas e Chievo devono quasi 6 milioni di affitto del Bentegodi al Comune

Hellas Verona e Chievo Verona, stando ai dati forniti oggi in commissione consiliare, devono al Comune di Verona la bellezza di quasi 6 milioni di euro di canoni arretrati per l’uso dello stadio comunale. Una vicenda che si trascina da anni, con il conto che continua a salire. E che ha visto nei giorni scorsi, dopo la richiesta presentata al Tribunale dalla giunta Sboarina, scattare per una delle due società, il Chievo, l’ingiunzione di pagamento con il giudice che ha acconsentito al pignoramento di beni per un valore di 3 milioni di euro circa. L’Hellas, invece, deve al Comune 2,7 milioni ma in questo caso la giunta non avrebbe ancora deciso di chiedere il riconoscimento del credito al Tribunale.

«È uno scandalo. I cittadini tirano la cinghia ma pagano tasse e bollette fino all’ultimo centesimo, mentre società professionistiche che pagano ingaggi milionari a dei giocatori di calcio si permettono di accumulare debiti milionari verso il Comune per l’utilizzo delle strutture pubbliche», sbotta il consigliere comunale di Verona e Sinistra in Comune, Michele Bertucco.

Una prassi che durerebbe da anni, almeno 7 a far i conti, visto che chi giova in serie deve pagare 460 mila euro di affitto l’anno dello stadio e chi gioca in B 400 mila. «I dirigenti comunali hanno affermato che l’amministrazione starebbe cercando di andare incontro alla società per arrivare ad un non meglio definito “accordo” – riprende Bertucco – e questo è ancora più scandaloso. Provate voi a non pagare multe, Tasi, Tari e Imu per anni a anni e poi andare dall’assessore a chiedere “un accordo”. Al solito due pesi e due misure: ci sono cittadini più uguali di altri».

«Somme non pagate che gridano vendetta in un periodo in cui tutti i cittadini sono chiamati a fare dei sacrifici per portare fuori il Paese dalla crisi che ad un tempo è sanitaria ed economica. Sicuramente ci sono cittadini e categorie che potrebbero beneficiare di queste somme se soltanto fossero pagate e se il Comune fosse in grado di redistribuirle – conclude Bertucco -. E parliamo di società che, almeno per quanto riguarda l’Hellas, sono perfino promotrici della realizzazione del faraonico nuovo stadio. Se queste sono le premesse del loro “impegno finanziario”, c’è davvero da stare freschi».

Condividi con:

Articoli Correlati

Lavagno, il farmacista Vanzan candidato a sindaco unitario per il centrodestra

massimo

San Bonifacio, sorpreso in uno stabile abbandonato con della refurtiva, minaccia i Carabinieri con un coltello

massimo

Legnago, l’onorevole Maschio impone Longhi come candidato e il centrodestra si spacca

massimo

Isola della Scala, lettera aperta di Canazza al consiglio comunale: «Sulla piazza accogliamo all’unanimità la richiesta di un referendum»

massimo

Valeggio sul Mincio, piove in classe al Carnacina e gli studenti scioperano appoggiati da genitori e insegnanti

massimo

Verona, sorpreso mentre forza lo scuro di una casa spruzza spray al peperoncino sui carabinieri

massimo