26.1 C
Verona
12 Giugno 2021
Cronaca In evidenza ultimaora

Verona, il Pd chiede una commissione consigliare sugli allagamenti a Porta Borsari e Veronetta

«Chiederemo la convocazione di una commissione consiliare in cui audire i responsabili di Acque Veronesi. Non è accettabile che parte di Verona finisca due volte sott’acqua nel giro di un mese».

Ad annuncialo sono i consiglieri comunali del Pd Federico Benini, Elisa La Paglia, Stefano Vallani che denunciano: «Quella di sabato è la seconda alluvione, dopo quella di inizio giugno, che mette a nudo l’inadeguatezza dei lavori di gestione delle acque realizzati a Porta Borsari alla fine del 2018. Un’altra promessa mancata da parte di Sboarina che in occasione dell’inaugurazione dei nuovi impianti disse solennemente: “Mai più Verona allagata”, invece Porta Borsari continua ad essere allagata, e Veronetta pure, e numerosi altri quartieri della città soffrono dell’insufficiente manutenzione delle caditoie».

«Tutto ciò deve finire. Vogliamo che il sindaco venga a riferire sulla congruità dei lavori svolti a Porta Borsari il cui difetto sembrerebbe essere strutturale – dicono i consiglieri d’opposizione -. Ritorniamo a chiedere una programmazione accurata e permanente per la pulizia delle caditoie, un’operazione di ordinaria manutenzione che deve diventare costante e non episodica».

«Chiederemo la convocazione di una commissione consiliare in cui audire i responsabili di Acque Veronesi con i quali approfondire i piani di investimento previsti per risolvere le criticità che continuano a mettere sotto acqua la città. Se tale commissione non verrà convocata con urgenza, raccoglieremo le firme per un consiglio straordinario sul tema – conclude La Paglia -. Ancora una volta gli intensi eventi meteorologici che si sono abbattuti sulla città ieri hanno messo in ginocchio non soltanto il centro storico con Porta Borsari e Veronetta ma anche numerosi quartieri, a partire da Santa Lucia. Chiamiamole pure bombe d’acqua o con altri nomi a effetto, ma è evidente che questi fenomeni atmosferici sono e saranno sempre più frequenti. Negli scorsi anni non si è adeguata la rete fognaria e ora se ne pagano le conseguenze».

Condividi con:

Articoli Correlati

Legnago, presentato il cartellone dell’estate della Fondazione Fioroni

massimo

Verona, gli vende bicarbonato spacciandolo per cocaina, e lui l’accoltella: arrestato

massimo

Minerbe, attenti a falsi tecnici di Acque Veronesi segnalati in paese: sono ladri

massimo

Verona, vigili del fuoco impegnati da ieri sera per un incendio in un deposito

massimo

Verona, webinar su “Uso consapevole, riuso sostenibile” in Università

massimo

Minerbe, 47enne di Sarego perde la vita scontrandosi in moto con un carroattrezzi

massimo