20.3 C
Verona
23 Maggio 2024
Cronaca In evidenza ultimaora

Verona, il sindaco Sboarina sull’incendo della scuola: «Atto gravissimo. Domani studenti in altri istituti»

«Un atto gravissimo, quasi sicuramente doloso, le indagini proseguiranno finché non troveremo l’autore». L’ha detto il sindaco di Verona, Federico Sboarina, dopo aver visto oggi l’interno della scuola media Dante Alighieri di via Porta Catena, dove ieri poco prima delle 23,30 è scoppiato un incendio, quasi sicuramente doloso, che ne ha distrutto la biblioteca, rendendo inutilizzabile per ora l’edificio.

«Già da domani gli studenti saranno accolti in altri istituti – ha poi affermato il primo cittadino -. Quello accaduto è un atto vandalico, con qualcuno che volutamente ha dato fuoco ad alcuni libri. Fortunatamente l’intervento tempestivo della Polizia locale e dei Vigili del Fuoco ha fatto sì che l’incendio non si allargasse. Altri dieci minuti e, dalla potenza che avevano le fiamme, poteva propagarsi in tutta la scuola. Così, invece, sono stati contenuti i danni all’aula adibita a biblioteca, la cui porta era chiusa».

 

«Stiamo già verificando tutte le immagini delle telecamere per arrivare in fondo alla questione quanto prima – ha ripetuto il sindaco con a fianco il comandante della Polizia municipale, Luigi Altamura -. Nel frattempo l’obiettivo primario è non far saltare le lezioni agli studenti, visto anche il periodo già complesso per la pandemia. Nel più breve tempo possibile l’area della scuola incendiata verrà isolata e potranno essere usati gli altri spazi scolastici. Ci vorrà qualche giorno per mettere in sicurezza l’edificio e concludere le indagini e le verifiche statiche, per questo stiamo cercando altre aule in modo da spostare gli studenti e farli tornare in presenza già da domani».

Sul posto, nella notte, anche il nucleo investigativo della Questura che sta effettuando le indagini per verificare l’origine dell’incendio. E la dinamica dei fatti. Attorno alla scuola sono stati scoperti diversi tentativi di effrazione. Alcuni non riusciti, come dalla porta principale i cui vetri sono antisfondamento e quindi non sono caduti nonostante siamo ben visibili le crepe. Altri invece messi a segno, alle finestre sul retro.

Condividi con:

Articoli Correlati

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Valpolicella, approvato il bilancio del Consorzio di tutela della Doc: 3,8 milioni di fatturato

massimo

Verona, domenica a Villa Buri la “Festa dei Popoli” con tema “In cammino per la pace”

massimo

Polato (FdI): «L’Europa sia unita contro l’eccessiva capacità cinese. Rischio da Pechino di dazi al vino europeo»

massimo

Verona, incontro sull’Autonomia differenziata con Paolo Borchia e il ministro Calderoli

massimo

San Bonifacio, alzato il ponte della Motta per far passare l’Alpone in piena

massimo